Salvador J. Murguia

Laboratorio Onda Pana

CRONOLOGIA DEL LABORATORIO PANA WAVE

1934 (26 gennaio): Chino Yuko nasce Masuyama Hidemi a Kyoto, in Giappone.

1970: Chino Yuko diventa un membro di spicco della God's Light Association.

1976: muore Takahashi Shinji della God's Light Association.

1978: Viene fondata la religione di Chino Shōhō.

1980: Chino Yūko pubblica il suo primo testo religioso intitolato La Porta del Paradiso: Alla ricerca della felicità futura.

1994: Viene fondato il Pana-Wave Laboratory.

2002: Il Pana-Wave Laboratory ha viaggiato in una roulotte principalmente attraverso la prefettura di Fukui.

2003 (aprile): Tama-Chan è stato identificato come uno degli indicatori di un'inversione di polarità da parte di Chino.

2003 (maggio): Chino Yuko profetizza la fine del mondo e la carovana si mette in moto, viaggiando attraverso le prefetture di Ōsaka, Kyoto, Fukui, Gifu, Nagano e Yamanashi.

2003 (agosto): muore Chigusa Satoshi.

2004: Nasce il “Progetto Cerchio P”.

2005: Identificazione del “Progetto Lucifero”.

2006 (25 ottobre): muore Chino Yuko.

STORIA DEL FONDATORE / GRUPPO

Chino Yūko (千乃裕子) è nato Masuyama Hidemi il 26 gennaio 1934 a Kyoto, in Giappone. Nel 1942, i genitori di Chino divorziarono e lei e sua madre si trasferirono a Ōsaka. Poco dopo il divorzio la madre si risposò, ma questa nuova relazione introdusse nuove sfide nell'infanzia di Chino. Secondo Chino, lei e sua madre litigavano costantemente con il nuovo patrigno e la casa divenne presto un ambiente difficile in cui vivere. Chino ha notato che questa non era solo una situazione di vita forzata, ma anche un'educazione molto difficile in cui ha sviluppato una personalità riservata (Chino 1980: 2-4).

Da giovane Chino ha studiato inglese in una scuola media ed è diventata abile nel parlare, leggere e scrivere. Tuttavia, secondo il suo stesso racconto, questo è stato un periodo deprimente della sua vita; fu sopraffatta dagli incontri spirituali con i “demoni” e tentò più volte il suicidio (Chino 1980:4-10).

Sebbene la madre di Chino fosse cristiana, e Chino stessa fosse battezzata e frequentasse regolarmente la chiesa (Chino 1980:7), sua madre cercò altre affiliazioni spirituali nel tentativo di capire il comportamento di sua figlia (Chino 1980:3-4). La madre di Chino la incoraggiò a provare vari movimenti religiosi, stabilendosi infine come membro della God Light Association (GLA), guidata dalla nota figura carismatica Takahashi Shinji (高橋信次, 1927-1976). Negli anni '1970, Masuyama Hidemi era diventato un membro di spicco di questo nuovo movimento religioso e iniziò a modellare il nome Chino Yūko.

Chino Shōhō (千乃正法, letteralmente "La vera legge del chino") è stata fondata da Chino Yūko alla fine degli anni '1970 dopo la morte del fondatore della God Light Association Takahashi nel 1976. Sulla scia della sua morte, è emersa una lotta per il potere per la leadership, con conseguente la creazione di un certo numero di organizzazioni scissioniste. Chino Shōhō, tuttavia, non è mai stata registrata come corporazione religiosa ai sensi della legge giapponese sulle corporazioni religiose. L'allora quarantaduenne Chino iniziò a creare una forma eclettica di spiritualismo che adottò dottrine delle tradizioni abramitiche, buddismo, teosofia, concetti New Age, parapsicologia, nonché una serie di teorie eterodosse sulla fisica, la guerra ambientale e lo spazio esplorazione. La dottrina sincretistica di Chino includeva inoltre la credenza nella sua capacità di comunicare con figure celesti come angeli, dèi ed extraterrestri sia attraverso i sogni che la possessione spirituale (Chino 1980: 11-44).

La padronanza dell'inglese di Chino le ha offerto l'opportunità di insegnare lezioni private di lingua inglese a gruppi di giovani studenti nella sua casa di Ōsaka (Chino 1980: 30). Molti di questi studenti erano ex membri della GLA e in seguito sarebbero diventati i primi seguaci religiosi di Chino. Attraverso la combinazione del carisma di Chino e del suo accesso ai giovani noviziati, la fede Chino Shōhō ha guadagnato importanza tra centinaia di ricercatori spirituali negli anni '1980. Sebbene Chino Shōhō sia stata fondata a Ōsaka, non era formalmente di stanza lì. Inoltre, poiché non c'erano rituali ufficiali praticati di routine all'interno di Chino Shōhō, i membri potevano esercitare la loro partecipazione religiosa in assenza di un luogo centralizzato ea parte Chino. In effetti, questo modello è persistito per tutto il suo tempo nella leadership religiosa, poiché la stessa Chino ha vissuto gran parte della sua vita successiva nella privacy, risiedendo anche in solitudine all'interno di un furgone in movimento che ha viaggiato con il Pana-Wave Laboratory dal 1994 al 2006.

A metà degli anni '1990, Chino ha ampliato i suoi insegnamenti incorporando idee di un conflitto tra Chino Shōhō e quelli che sosteneva fossero i mali delle ideologie comuniste. In ciò che ingrandirebbe questo conflitto, Chino ha lanciato accuse contro interi partiti politici, nazioni e i loro leader su una guerra percepita in cui si è posizionata come bersaglio di vari militanti comunisti e della loro cospirazione per farla assassinare.

Da queste idee di conflitto e guerra è emersa un'avanguardia di membri Chino Shōhō conosciuta come la Pana-Wēbu Kenkyūjo (パナウェーブ研究所, il Laboratorio Pana-Wave). Come sottogruppo di Chino Shōhō, questi seguaci avevano il compito di proteggere Chino attraverso la loro visione della scienza e la ricerca su argomenti come la guerra delle onde elettromagnetiche, i dischi volanti, gli spiriti e la chiaroveggenza. Collettivamente, queste due organizzazioni divennero note come Shiro-Shōzoku Shūdan (白装束集団)., letteralmente il "gruppo vestito di bianco"), dopo aver ottenuto una notevole attenzione all'inizio del 2003 quando hanno viaggiato per le strade della città di prefettura in prefettura in una roulotte tutta bianca.

Dottrine / CREDENZE

Nel 1980 Chino Yūko ha pubblicato il suo primo testo religioso intitolato La Porta del Paradiso: Alla ricerca della felicità futura (『天国の扉: 未来の幸せを目指して』, Tengoku no tobira: Mirai no shiawase o mezashite). [Immagine a destra] Questo libro è stato ampiamente distribuito ai suoi studenti come testo religioso fondamentale e, poiché è stato scritto sia in inglese che in giapponese, è servito anche come strumento di proselitismo per gli studenti di inglese in arrivo e come manuale per comprendere la fede Chino Shōhō.

In questo libro Chino descrive la sua personale ricerca della felicità come un modello per sopportare le esperienze emotivamente dolorose della vita e le rivelazioni da cercare lungo la strada. Sebbene le narrazioni di Chino siano generalmente incentrate su questioni mondane associate alle emozioni personali e all'autostima, c'è anche un sottotesto all'interno di questo libro che suggerisce una connessione extraterrestre. Dall'inizio del La Porta del Paradiso, Chino realizza questo empatico invito al lettore:

Scrivo questi capitoli per comunicare con altri che, come me, si sono sentiti estranei a questo mondo con un'inspiegabile sensazione di solitudine – alieni lasciati sulla terra (Chino 1980:1).

In questo testo, Chino introduce i miti cosmogonici di Chino Shōhō che datano gli inizi della terra a circa 365,000,000 di anni fa su una stella chiamata Veh-erde. Come ha spiegato un membro del Pana-Wave Laboratory:

Gli dei (spiriti) che custodiscono la presidentessa [Chino Yūko] e comprendono i Cieli sono arrivati ​​sulla Terra dallo spazio, hanno creato gli esseri umani, e dai tempi delle civiltà sumeriche, attraverso il vecchio e il nuovo testamento della Bibbia, continuano fino ad oggi guida l'umanità nella giusta direzione. Inizialmente questi dei arrivarono come un gruppo di medici e scienziati. Poiché il livello di conoscenza durante le antiche civiltà era basso, questi dei hanno dato[/]la conoscenza sinistra su come si dovrebbe vivere e riguardo ai meccanismi della natura non come spiegazioni scientifiche ma piuttosto sotto forma di religione. (E-mail dal membro del Pana-Wave Laboratory, 2004).

Secondo Chino, Sette Arcangeli, o dottori, intrapresero una missione esplorativa sulla Terra, arrivando a El Qantara, o l'attuale Egitto, dove abitarono la terra vicino al fiume Nilo ribattezzandola "Il Giardino di Erden [sic]" ( 1980:53). Sebbene a quel tempo non esistessero esseri umani "capaci di associarsi" con queste "persone stellari", 364,990,000 anni dopo, questi extraterrestri sarebbero diventati le reincarnazioni interne di personaggi storici famosi (1980: 49).

Il riferimento alle figure celesti che visitano la Terra prima della "creazione" o "evoluzione" dell'uomo è spesso indicato come la teoria dell'"Antico Astronauta" (von Däniken 1971). Resa popolare da figure come Peter Kolosimo ed Erich von Däniken, questa controversa narrativa tenta di spiegare la traiettoria della storia come risultato di esseri intelligenti che programmano le menti dei nostri antenati con la conoscenza per far avanzare l'umanità. I sostenitori della teoria dell'"Antico Astronauta" indicano prove come (sebbene non limitate a) incredibili imprese architettoniche come erigere piramidi, allusioni criptiche a eventi improbabili all'interno di testi religiosi popolari e arte preistorica che assomiglia a una rappresentazione moderna del presente. viaggi spaziali diurni e viaggiatori spaziali.

Oltre a fare esplicito riferimento alla teoria dell'"Antico Astronauta", Chino ha fatto un ulteriore passo avanti credendo di essere ancora in frequente contatto con queste figure celesti. Secondo un membro Chino Shōhō:

Gli spiriti di El Lantie e di Gesù, Mosè, Buddha, Michele, Raffaello, Gabriele e altri esseri simili hanno continuato ad esistere da quando hanno sperimentato la morte come esseri umani. Una persona, che agisce come un medium spirituale, come lo chiamiamo noi, è una persona che è viva oggi e ha la capacità di comunicare con tali spiriti. La presidente Yūko Chino ha questa capacità, ed è così che trasmette le parole del Cielo al mondo. (E-mail dal membro del Pana-Wave Laboratory, novembre 2004)

In questo modo, i membri di Chino Shōhō consideravano Chino un profeta in linea diretta con i cieli; a loro avviso, Chino fungeva da collegamento per la comunicazione tra i cieli e questo mondo. Dal suo furgone Toyota pesantemente protetto chiamato "Arcadia", Chino ha agito come un mezzo spirituale che avrebbe trasmesso direttive e guida dal cielo ai membri di Chino Shōhō.

Man mano che i membri di Chino Shōhō crescevano, le dottrine di Chino si ampliavano nel mondo laico della politica. Il suo dialogo con figure celesti ha rivelato un complotto segreto di "guerriglie comuniste" per far assassinare lentamente Chino attraverso l'uso della guerra delle onde elettromagnetiche. Queste onde elettromagnetiche si riferiscono a radiazioni che si materializzano in diversi tipi di frequenze autopropaganti inclusi raggi gamma, radiazioni infrarosse, microonde, onde radio, radiazioni terahertz, raggi ultravioletti, luce visibile e raggi X (Boleman 1988). I membri del Pana-Wave Laboratory ritengono che tali fenomeni di onde elettromagnetiche siano stati usati dai guerriglieri comunisti come arma contro Chino Yuko. I membri del Pana-Wave Laboratory chiamavano queste onde elettromagnetiche "frequenze scalari".

Chino credeva che un tale complotto facesse parte di una più ampia cospirazione per controllare la regione geopolitica dell'Asia orientale attraverso un capovolgimento delle ideologie economiche, sociali e culturali, un passaggio verso una visione del mondo più comunitaria e meno autonoma.

Nonostante la tesi che le armi a onde elettromagnetiche fossero utilizzate all'interno di questa cospirazione, il metodo esatto per la sua applicazione e la scienza dietro la sua efficacia non sono mai stati chiaramente definiti. Inoltre, alla fine della Guerra Fredda, le affermazioni di Chino di una cospirazione comunista sono emerse paradossalmente alla luce delle grandi trasformazioni globali della fine degli anni '1980. Nel 1994, Chino ha commissionato una parte di Chino Shōhō per ricercare gli effetti negativi di queste onde elettromagnetiche. Questo gruppo sarebbe stato chiamato Pana-Wave Laboratory e la seguente spiegazione riassumeva il motivo della loro missione:

Dopo il crollo dell'ex Unione Sovietica, l'arma dell'onda scalare proliferò, per essere impiegata dai gruppi di estrema sinistra in Giappone. Hanno utilizzato la tecnologia delle onde scalari alterando e installando illegalmente dispositivi sulle linee di trasmissione dell'energia per controllare la mente delle masse e per assassinare i cittadini conservatori. Inoltre, è diventato chiaro che le proprietà dannose dell'onda scalare, irradiata da bobine ad anello, stava esercitando un impatto letale sui sistemi biologici, per includere gli esseri umani, come suo effetto collaterale. La distruzione dell'ambiente come anomalie meteorologiche e gravitazionali anomale sono state provocate anche da una quantità eccessiva dell'onda scalare (Pana-Wave Laboratory 2001:11).

Sebbene una parte di Chino Shōhō sia stata commissionata per far parte del Pana-Wave Laboratory, il gruppo non è stato separato in modo gerarchico. Cioè, non c'erano gradi o status che dividessero i due gruppi in categorie, come seguaci laici o élite monastica. In questo modo, tutti i membri del Pana-Wave Laboratory erano membri di Chino Shōhō; l'unica differenza era che i membri del Pana-Wave Laboratory erano dedicati a tempo pieno alla ricerca sull'attività delle onde elettromagnetiche e al servizio personale di Chino.

Il Pana-Wave Laboratory avrebbe continuato a ricercare gli effetti dell'attività delle onde scalari e avrebbe tentato di sviluppare strategie per la protezione di Chino Yūko. Con questo mandato di ricerca in atto si è aperta la scena per infinite indagini sull'infalsificabile, un'vocazione a creare connessioni tra gruppi di autori comunisti che non esistevano più (come prima nella politica internazionale) e una forma speculativa di armamento immateriale che è sopravvenuto invisibilmente .

Il Pana-Wave Laboratory iniziò come un gruppo di quarantadue ricercatori focalizzati sulle tattiche di guerra elettromagnetica. Inizialmente questa ricerca era mobile poiché è stata condotta su diciassette furgoni, incluso il furgone personale di Chino, "Arcadia". Poiché Chino credeva di essere costantemente "sotto attacco" dai comunisti, questa mobilità ha permesso al Pana-Wave Laboratory di eludere le onde elettromagnetiche. Anche se il Pana-Wave Laboratory alla fine si sarebbe stabilito in cima Sul monte Gotaishi della prefettura di Fukui nel maggio del 2003, la carovana sarebbe passata per la prima volta attraverso le prefetture di Ōsaka, Kyoto, Fukui, Gifu, Nagano e Yamanashi. [Immagine a destra]

Secondo Chino, al culmine della sua popolarità a metà degli anni '1990 Chino Shōhō era composto da più di 1,500 membri in tutto il mondo, ma questo numero non è mai stato confermato da alcuna informazione ufficiale. L'operazione Pana-Wave Laboratory è stata finanziata attraverso la vendita della letteratura composta da Chino e relazioni di gruppo sullo stato dell'attività delle onde elettromagnetiche compilate da ricercatori di laboratorio. Inoltre, i membri di Chino Shōhō al di fuori del Laboratorio Pana-Wave avrebbero donato ingenti somme di denaro per sostenere il costo delle spese maturate durante lo spostamento in tutta Honshū, l'isola principale del Giappone, nonché per la costruzione del laboratorio fisico a Fukui. Alla fine del 2003, il Dipartimento di Polizia Metropolitana ha rilasciato informazioni sulle finanze del Pana-Wave Laboratory, annunciando di aver accumulato "2.2 miliardi di yen" in donazioni in un periodo di dieci anni (Asahi Shinbun [Tokyo], 27 giugno 2003).

In superficie, i membri del Laboratorio Pana-Wave emanavano un aspetto relativamente particolare attraverso l'uso del colore bianco. Come mezzo per deviare l'onda elettromagnetica continua attacchi, i membri del Pana-Wave Laboratory iniziarono a vestirsi dalla testa ai piedi con uniformi bianche. [Immagine a destra] Secondo un membro, i membri del Pana-Wave Laboratory indossavano "abiti bianchi fatti al 100% di cotone per proteggersi dalle onde scalari artificiali che gli estremisti stavano sparando nel Pana-Wave Research Center" (E -mail dal membro del Pana-Wave Laboratory, luglio 2004). L'attuale uniforme del Pana-Wave Laboratory consisteva in un camice bianco da laboratorio, una striscia di stoffa bianca usata come copricapo, una maschera bianca e stivali di gomma bianchi. Simili coperture bianche avvolgevano altri accessori materici come occhiali e orologi.

Sebbene la componente religiosa fosse l'attrazione principale per i membri di Chino Shōhō, il ruolo del Laboratorio Pana-Wave ha fornito un'impresa unica orientata alla gestione di un discorso scientifico. Durante il mio lavoro sul campo durante l'estate del 2004, i membri del Pana-Wave Laboratory potevano essere regolarmente osservati mentre registravano dati dalle onde elettromagnetiche, monitoraggio dell'attività solare, esecuzione di test medici su Chino e stesura di bozze per Ama i giusti, un diario che hanno prodotto e rivenduto ai membri. [Immagine a destra] Secondo il Pana-Wave Laboratory, "ogni religione autentica ha sempre una base scientifica" e la combinazione di queste imprese spesso contraddittorie ha funzionato in tandem (e-mail dal membro del Pana-Wave Laboratory, luglio 2004 ).

In senso fisico, un laboratorio sembrerebbe funzionare come un edificio per gli sforzi scientifici, ma a un esame più attento, il Pana-Wave Laboratory riflette semplicemente un'aura di scienza, piuttosto che contribuire ai concetti principali della scienza. Cioè, questo laboratorio ha fornito gli elementi di scena necessari che hanno consentito l'impostazione scientifica e le prestazioni che l'hanno accompagnata, ma la teoria scientifica, il metodo e il prodotto difficilmente assomigliavano a teorie, metodi e risultati della ricerca scientifici generalmente accettati. Tuttavia, se si dice che un laboratorio è una struttura attrezzata per la sperimentazione o la ricerca scientifica, allora sicuramente questa impostazione era proprio quella, aderendo, ovviamente, ai principi e ai metodi dei ricercatori coinvolti.

I membri del Laboratorio Pana-Wave sembravano amare presentarsi attraverso i loro ruoli di scienziati. In modo drammaturgico, le loro attività sono state eseguite indirettamente attraverso la rappresentazione di quelli che possono essere comunemente considerati ruoli di "ricercatori". Goffman (1963) ha analizzato la complessità dell'interazione sociale in termini di metafora teatrale. In questa prospettiva, ognuno è allo stesso tempo attore e membro del pubblico nello spettacolo di situazioni di vita reale. I ruoli che le persone giocano in queste situazioni sono definiti momentaneamente, a seconda della gestione delle impressioni in un dato momento. È in questi momenti di interazione che gli individui sono in grado di comandare una situazione e quindi definire un'interazione. Simile al modo in cui attori e attrici aderiscono ai ruoli prescritti da una sceneggiatura, il Pana-Wave Laboratory ha partecipato alla performance di un laboratorio funzionante. Il Pana-Wave Laboratory ha sfruttato la percezione generale di questi ruoli e ha creato quello che credevano essere lo scenario necessario per la riaffermazione delle loro posizioni di scienziati di laboratorio.

Andare avanti in un ambiente di laboratorio, vestito con le giacche da laboratorio, per tutto il tempo in compagnia di altri in ruoli identici, deve aver dato una sorta di rassicurazione che si stava verificando una forma di lavoro produttivo, se non altro che la riproduzione di immagini. Lo scetticismo per i membri del Pana-Wave Laboratory non è mai stato dichiarato, poiché questa percezione della scienza era infusa di forti dottrine religiose, convalidando così tutte le affermazioni indipendentemente dal loro contenuto straordinario, per gli estranei.

A parte le apparizioni personali dei membri del Pana-Wave Laboratory, c'erano anche invenzioni tecnologiche che supportavano le loro affermazioni sulla guerra delle onde elettromagnetiche. Queste invenzioni, tuttavia, sono state effettivamente informate da una scuola di innovatori controversi e dalle loro creazioni, in particolare Nikola Tesla (1856-1943). Le invenzioni di questo fisico di origine jugoslava erano una caratteristica centrale nella ricerca del Pana-Wave Laboratory. Nel 1891, Tesla sviluppò e brevettò la bobina di Tesla allo scopo di produrre comunicazioni wireless e trasmissione di potenza (Fanthorpe/Fanthorpe 1998: 52). Membri della Pana-Wave Il laboratorio credeva che in qualche modo l'ex Unione Sovietica usasse questa bobina di Tesla per produrre armi a onde elettromagnetiche. [Immagine a destra] Secondo Chino, questa bobina di Tesla è stata distribuita anche al Partito Comunista Giapponese (JCP) come strumento per condurre programmi di lavaggio del cervello in Giappone. Il Pana-Wave Laboratory ha affermato che un'eccedenza di cavo di alimentazione elettrica collegato ai poli elettrici erano in realtà generatori di onde scalari elettromagnetiche sotto mentite spoglie. In effetti, questi cavi avvolti collegati alle linee elettriche assomigliano all'incirca alla formazione a spirale della bobina di Tesla.

Per combattere le emissioni di questi generatori, il team di ricerca ha creato meccanismi di difesa adattati dalle invenzioni dell'ingegnere russo Georges Lakhovsky (1869-1942). Si dice che Lakhovsky abbia inventato ancora un'altra bobina conosciuta come "Lakhovsky Coil" che agiva come un potente meccanismo di guarigione. A differenza delle ambizioni di trasmissione di potenza che hanno stimolato l'invenzione della bobina di Tesla, questa bobina Lakhovsky è stata creata per prolungare la vita catturando i raggi cosmici. Partendo dal presupposto che tutti gli esseri viventi emettono e ricevono radiazioni, la ricezione di radiazioni che prolungano la vita potrebbe essere massimizzata attraverso l'uso di un'antenna a spirale come recettore.

Lakhovsky credeva di averlo dimostrato nel 1925, quando fece rivivere e prolungò la vita di un geranio su molti altri vaccinati con il cancro. Avvolgendo un circuito metallico aperto attorno al geranio, ha affermato di aver aiutato a rianimare la pianta dalle vaccinazioni di cancro. Tuttavia, Lakhovsky non si fermò con i gerani, proponendo che avrebbe potuto ottenere lo stesso risultato con i malati di cancro umani utilizzando la sua invenzione del 1931 nota come "Oscillatore a onde multiple" (MWO). Questa volta Lakhovsky ha utilizzato due bobine incassate di cerchi concentrici (uno un trasmettitore e l'altro un risonatore) per creare un "campo elettrostatico". Lakhovsky ha affermato che i pazienti potrebbero essere curati da vari tipi di cancro attraverso l'esposizione al MWO.

Sebbene questo metodo di trattamento del cancro non sia utilizzato oggi nel trattamento clinico, una versione del MWO è stata utilizzata dal Pana-Wave Laboratory per deviare la direzione delle onde scalari, piuttosto che raccogliere la radiazione come aveva fatto il MWO di Lakhovsky. Il Pana- La versione di Wave Laboratory di questo meccanismo era la Scalar Wave Deflector Coil (SWDC). [Immagine a destra] Questi SWDC erano posizionati in tutto il laboratorio e potevano essere trovati a coprire strategicamente alcune parti dei corpi dei membri del Pana-Wave Laboratory.

Simile al MWO, l'SWDC ha agito come un recettore per le onde elettromagnetiche. I membri del Pana-Wave Laboratory hanno sostenuto che questi recettori SWDC hanno ricevuto le onde elettromagnetiche e hanno costretto la loro radiazione a percorrere una traccia simile a un labirinto di linee semiconcentriche, raggiungendo infine una sezione designata da una freccia dove sono stati poi gettati via dal laboratorio. Questa freccia indica la direzione verso la quale le onde sono state dirottate. Un meccanismo simile che è stato utilizzato dal Pana-Wave Laboratory è stato prodotto ragionando sul fatto che le onde scalari potrebbero essere catturate e quindi reindirizzate verso un pannello che neutralizza gli effetti della radiazione. Questo meccanismo è stato indicato [Immagine a destra] come Diffusore d'onda specifico della direzione (DSWD). SWDC e DSWD erano meccanismi di sicurezza artificiale; tuttavia, il Pana-Wave Laboratory credeva anche che la natura potesse agire come difesa contro le onde elettromagnetiche. Uno di questi meccanismi di difesa naturale era la struttura fisica degli alberi. Secondo i membri del Pana-Wave Laboratory, la parte del tronco degli alberi fungeva effettivamente da deposito per le onde scalari. Simile al DSWD, il tronco di un albero cattura prima le onde scalari, quindi le scarica nell'aria attraverso le diramazioni che si estendono al di sopra e al di là del laboratorio. [Immagine a destra] Tuttavia, il Pana-Wave Laboratory ha anche riconosciuto che questa caratteristica di deposito naturale alla fine avrebbe messo in pericolo gli alberi, e quindi per correggere questo problema hanno iniziato ad avvolgere i tronchi d'albero con lo stesso panno bianco che usavano per proteggersi.

ORGANIZZAZIONE / LEADERSHIP

Chino Shōhō e Pana Wave-Laboratory sono stati organizzati interamente attorno agli insegnamenti e ai memorandum di Chino Yuko. Nonostante la morte di Chino nell'ottobre del 2006, il Pana-Wave Laboratory è rimasto a Gotaishi almeno fino al 2007. Dopo la morte di Chino, i membri sono diminuiti a meno di dieci ricercatori residenti dei ventinove che erano presenti nel 2004 quando ho iniziato il mio lavoro sul campo.

Alla fine del 2007, i membri del Pana-Wave Laboratory stavano costruendo una fondazione per una struttura al centro del centro di ricerca. Secondo un portavoce, questa struttura diventerebbe il sito di un santuario degli animali, un edificio che soddisfa uno degli ultimi desideri di Chino. Sebbene i ruoli che i membri del Pana-Wave Laboratory avrebbero svolto nella gestione di questo santuario non fossero chiari, l'impegno generale a realizzare i desideri di Chino sembrava andare avanti.

Anche le circostanze in cui operava il Laboratorio Pana-Wave avevano subito importanti trasformazioni. Sebbene la ricerca del Pana-Wave Laboratory sulle onde elettromagnetiche abbia continuato a produrre ciò che consideravano una prova di emissioni pericolose generate dalla guerriglia comunista, si diceva che la loro frequenza e intensità fossero diminuite considerevolmente. Secondo il Pana-Wave Laboratory, questa tendenza era dovuta al fatto che Chino non risiedeva più nel centro di ricerca e quindi Gotaishi divenne un bersaglio meno importante di quanto si credesse in precedenza. Detto questo, il Pana-Wave Laboratory ha rilassato le sue attività di deterrenza delle onde elettromagnetiche rimuovendo gran parte delle sartie bianche, degli specchi, degli SWDC e dei DSWD. Inoltre, i membri sono stati visti senza le loro tute da laboratorio, mentre svolgevano routine meno orientate alla ricerca come mantenere giardini, cucinare, pulire, partecipare alla costruzione del santuario e generalmente prendersi cura dei bisogni reciproci.

L'attuale leadership del Pana-Wave Laboratory rimane decentralizzata. Senza il flusso costante di comunicati dal furgone di Chino, il Pana-Wave Laboratory ora prende la direzione di due nuovi leader maschi di mezza età. Uno di questi individui è stato membro di Chino Shōhō sin dal suo inizio e l'altro dall'inizio degli anni '1980. Sebbene entrambi fossero ugualmente impegnati a continuare l'attività di laboratorio, il primo risiede a Gotaishi, mentre il secondo opera da una prefettura vicina.

Problematiche / sfide

Il Pana-Wave Laboratory non era dissimile da molti altri gruppi religiosi periferici in Giappone alla fine del ventesimo secolo e fino ai primi anni del ventunesimo. Non sono mancati sistemi di credenze straordinari intrecciati nelle dottrine di vari nuovi movimenti religiosi giapponesi. Tutto, dalle teorie del complotto e supposizioni grandiose, alla conoscenza percepita dell'élite della scienza o persino al suo potenziale per trasformare proposizioni altrimenti fantascientifiche in realtà, questi nuovi movimenti religiosi possedevano una varietà di somiglianze tagliate dal tessuto di questo ambiente di ragionamento alternativo. Tuttavia, ciò che ha reso il Pana-Wave Laboratory al centro dell'attenzione dei media, e in qualche modo un elemento fisso della paura e dell'ansia pubblica, sono stati i parallelismi speculativi tracciati tra la loro operazione e quelle culminate nei violenti incidenti perpetrati dal Aum Shinrikyo. Il panico morale e la preoccupazione dell'opinione pubblica per arginare il potenziale terrore, come testimoniato negli attacchi con il gas sarin a Matsumoto nel 1994 ea Tokyo nel 1995, hanno lasciato il posto alla preoccupazione di guardare il Pana-Wave Laboratory e le sue attività per tutti coloro che hanno ricordi di Aum Shinrikyo.

Nell'aprile 2003, il Pana-Wave Laboratory ha continuato il suo viaggio in carovana attraverso Honshū alla ricerca di un luogo privo di onde elettromagnetiche. Mentre il Pana-Wave Laboratory si stava trasferendo, Chino raccolse la storia di una foca ribelle popolarmente conosciuta come Tama-chan (たまちゃん) che si era smarrita e aveva nuotato nel fiume Tama. Secondo Chino, la perdita di direzione di Tama-chan era la prova che si erano verificati importanti spostamenti dei poli magnetici, il che era considerato un'indicazione convincente di un disastro imminente. Sotto la direzione di Chino, un gruppo di membri del Pana-Wave Laboratory è stato coinvolto in un complotto per salvare Tama-chan dai suoi dintorni inquinati e fornire una sorta di santuario per la foca. Aiutando a formare il Tama-chan o Mamoru Kai (たまちゃんを守る会), o il Tama-chan Rescue Group, i membri del Pana-Wave Laboratory avrebbero costruito piscine improvvisate nella prefettura di Yamanashi per facilitare il trasporto e la liberazione del sigillo. Sebbene il tentativo di salvataggio sia terminato ben all'interno delle fasi di pianificazione, secondo il Pana-Wave Laboratory i media giapponesi hanno interpretato erroneamente l'evento come un piano di rapimento (Dorman 2005: 92-93).

Meno di sei mesi dopo, il Pana-Wave Laboratory è stato di nuovo al centro dell'attenzione dei media, quando i funzionari di polizia hanno effettivamente fatto irruzione nelle strutture delle loro roulotte il 14 maggio 2003, un giorno prima della previsione del giorno del giudizio di Chino. Secondo i media, circa 300 investigatori della polizia hanno perquisito i furgoni del Pana-Wave Laboratory e condotto altre undici operazioni affiliate in tutto il Giappone. Nonostante l'enormità dell'operazione, la polizia è riuscita solo a raccogliere prove di veicoli falsamente immatricolati.

La data del 15 maggio 2003 andava e veniva senza incidenti. Sotto lo sguardo dei media giapponesi, al centro di ricerca Pana-Wave Laboratory non è successo nulla di spettacolare. Un portavoce del gruppo ha tentato di distogliere l'attenzione dalla profezia iniziale fallita emettendo un'altra data del 22 maggio 2003; tuttavia, i media giapponesi hanno colto l'occasione solo per liquidare le previsioni del Pana-Wave Laboratory come atti di disperazione e quindi privi di credibilità.

Sebbene entrambe le previsioni del giorno del giudizio del maggio 2003 siano passate senza incidenti, sono emerse nuove profezie tra cui la seguente previsione fatta nel luglio del 2004:

Ci sono stati nuovi messaggi che ci sono stati rivelati riguardo a una nuova data di fine. Si stanno formando crepe sui fondali marini del Giappone, e di questo passo il Giappone affonderà sul fondo dei mari entro la primavera del prossimo anno. (E-mail dal membro del Pana-Wave Laboratory, luglio 2004).

 Nonostante queste successive previsioni, Pana-Wave Laboratory's le attività passarono generalmente inosservate fino alla fine dell'estate, quando si verificò un violento incidente tra i membri: il 7 agosto 2003, il membro del Pana-Wave Laboratory Chigusa Satoshi (千草聡, 1957-2003) [Immagine a destra] non riuscì a mantenere un dispositivo di messa a terra, cosa che era attaccato ad un furgone, a contatto con la strada. In risposta alla percepita negligenza di Chigusa, Chino ha ordinato a cinque membri del Pana-Wave Laboratory di infliggere una punizione fisica. Diverse ore dopo questa punizione, i medici sono arrivati ​​​​per scoprire che il cuore di Chigusa aveva fallito e in seguito è stato dichiarato morto in un vicino ospedale.

Poco dopo, questi cinque individui sono stati arrestati e accusati di aggressione nell'indagine sull'omicidio di Chigusa. Nessuno degli uomini incriminati è stato condannato per le accuse, poiché i pubblici ministeri non avevano prove sufficienti per dimostrare che le ferite inflitte a Chigusa fossero direttamente correlate alla sua morte. Invece, questi cinque membri sono stati multati di 200,000 yen ciascuno per il loro coinvolgimento nell'assalto (Agence France Press 2003).

I membri del Pana-Wave Laboratory, tuttavia, hanno raccontato un altro lato di questa storia. Hanno affermato che alcuni fattori non sono stati affrontati nell'indagine. In primo luogo, il Pana-Wave Laboratory ha sostenuto che Chigusa non si era preso cura di se stesso durante le calde giornate estive che avevano preceduto la sua morte:

Il Sig. Chigusa, impegnato con il suo lavoro e con la scrittura per la pubblicazione, non era sempre disponibile a lavorare in Pana-Wave. Non aveva né mangiato né dormito per un periodo di poco più di due giorni. Inoltre, nonostante le sue cattive condizioni di salute, il giorno successivo ha lavorato a temperature estreme sotto il sole ed è morto per un esaurimento da calore estremo (e-mail dal membro del Pana-Wave Laboratory, luglio 2004).

È stato confermato che Chigusa soffriva di esaurimento da calore, poiché il rapporto dell'autopsia concludeva che la sua morte era stata causata da una combinazione di shock post-traumatico e colpo di calore.

Evidenziati dai lividi lasciati sulla schiena di Chigusa, i membri del Pana-Wave Laboratory non hanno negato che fosse avvenuta qualche punizione come riportato dai media. Eppure, secondo i membri del Pana-Wave Laboratory, quando Chigusa non ha messo a terra correttamente il veicolo, ha effettivamente compromesso la vita di Chino:

Se un lavoratore che esegue questa operazione simpatizza in qualsiasi modo con gli estremisti [guerriglieri comunisti], il lavoratore può creare un flusso all'indietro di onde scalari all'interno dell'auto e introdurre un attacco alla presidente, come la minzione forzata, un attacco riferito dal suo medico come "in pericolo di vita" (e-mail dal membro del Pana-Wave Laboratory, luglio 2004).

In terzo luogo, i membri del Pana-Wave Laboratory hanno sostenuto che il presunto pestaggio era in realtà più un rimprovero e non così fisico come i media lo hanno descritto:

Nel tentativo di prevenire questi attacchi e proteggerla [Chino], i membri dei Cieli hanno dato istruzioni di utilizzare un pezzo di cartone ondulato arrotolato e ricoperto di nastro isolante per colpire la lavoratrice (e-mail dal membro del Pana-Wave Laboratory, luglio 2004).

I membri del Pana-Wave Laboratory hanno anche espresso preoccupazione per un apparente doppio standard tra loro e altri gruppi religiosi per quanto riguarda il giudicare la punizione come appropriata o inappropriata. Lo hanno fatto confrontando la loro pratica della punizione con la disciplina fisica che si trova all'interno del buddismo Zen, sostenendo che non era giusto mettere in discussione la legittimità di tali pratiche religiose. Secondo i membri del Pana-Wave Laboratory, gli investigatori non erano in grado di comprendere la situazione, poiché la punizione di Chigusa era un ordine diretto del Cielo. Come ha spiegato un portavoce:

Tre dottori sono tra questi membri del Cielo, e questo colpo non è qualcosa che causerebbe la morte. Nel caso del Sig. Chigusa, molto probabilmente poiché non era una persona abituata al lavoro manuale, unita alla scarsa salute fisica di quel giorno, il suo corpo era in uno stato che si sarebbe facilmente sfregiato colpendolo solo un po' (E -mail dal membro del Pana-Wave Laboratory, novembre 2004).

Alla fine, i cinque membri che erano stati condannati per l'atto punitivo hanno pagato le loro multe e l'incidente è stato in gran parte dimenticato nell'autunno del 2003.

Il 12 dicembre 2004 ho ricevuto una serie di brevi, ma urgenti, memorandum in cui si affermava che "tutte le 21 unità della flotta UFO si sono schiantate in mare, a causa della carenza di cibo e carburante" (Memorandum di Yūko Chino, dicembre 2004). Come ha spiegato Chino, Chino Shōhō stava ora per costruire una propria navicella spaziale e lasciare la Terra prima dell'ennesimo disastro imminente profetizzato.

Il gruppo Shōhō ha in programma la sua fuga già nella prossima primavera se i preparativi sono completi, ma se i tempi non sono ancora maturi [sic] (se gli UFO necessari per la fuga non sono ancora pronti) il piano è di tre anni. Il materiale da costruzione per l'UFO è una lega di acciaio e titanio. Attualmente stiamo valutando i metodi su dove ottenere questo materiale. Saremmo più che felici se tu, come membro ospite di Pana-Wave, ti unissi ai membri dell'ufficio PW, capo del dipartimento di scienze, ecc., con attività relative alla costruzione o al pilotaggio (Memorandum di Yūko Chino, dicembre 2004).

Quando i materiali non furono ottenuti, Chino Shōhō perseguì un piano alternativo. Cinque mesi dopo ricevetti un'altra serie di memorandum intitolata "Project Circle P", che elaboravano i piani di Chino Shōhō per la partenza dalla Terra. La "P" stava per "pick-up", una missione di salvataggio di un'altra flotta UFO come ultima risorsa:

[Project Circle P] è iniziato quando siamo stati informati dei disastri legati a Nibiru. Se il pianeta Nibiru si avvicinasse alla Terra, la Terra vedrebbe una grande distruzione e la possibile rovina dell'umanità. Pertanto, ho lavorato con gli esseri extraterrestri per salvare i membri Shōhō. Un UFO sarebbe arrivato per "prenderci in braccio" dalla terra per salvare l'umanità e creare una nuova civiltà su un pianeta diverso (Memorandum di Yūko Chino, aprile 2005).     

Questa non è stata la prima menzione di una missione di salvataggio. In effetti, Chino aveva diretto partenze di massa già nel 1982, quando credeva che l'Unione Sovietica stesse per invadere il Giappone. Nel 2005, tuttavia, Chino ha rivelato un complotto ancora più grande che andava oltre la cospirazione della guerriglia comunista e l'avvicinamento ai pianeti. In questa trama, soprannominata "Progetto Lucifero", che avrebbe avuto luogo diversi anni prima della pianificazione del "Progetto Circle P", il governo degli Stati Uniti è stato coinvolto in un'operazione per trasformare Giove in un nuovo sole (Memorandum di Yūko Chino, aprile 2005 ). Secondo Chino, questo progetto era la continuazione di un precedente tentativo degli Stati Uniti di far schiantare una "sonda spaziale che trasportava 23 kg di plutonio" sul pianeta e quindi "solarizzare" Giove (Memorandum di Yūko Chino, aprile 2005). Chino ha avvertito che questa solarizzazione avrebbe polverizzato Marte in una cintura di asteroidi, mettendo la Terra in pericolo di essere bombardata da asteroidi.

Se Marte viene distrutto, la gravità di Giove attirerà la Terra, facendola inevitabilmente avvicinare al contatto con la seconda fascia di asteroidi, ed è abbastanza ovvio che la Terra vedrà una catastrofe. Il 99% degli esseri umani sulla Terra sarà molto probabilmente rovinato (Memorandum di Yūko Chino, aprile 2005).

Con questo comunicato Chino consigliò ai membri di Chino Shōhō di prepararsi per un viaggio di sei mesi nello spazio. Questi preparativi includevano la raccolta di “oggetti che sono meno influenzati dalla gravità, come cibo spaziale e altri oggetti istruiti da PW” (Memorandum di Yūko Chino, aprile 2005). Inoltre, alcune istruzioni sembravano essere orientate al salvataggio della vita animale, nel tentativo di ricostituire un giorno il tessuto ecologico della Terra:

Porta animali domestici, come uccelli, cani e gatti, e altri esseri viventi per riempire la natura del nuovo mondo, inclusi pesci d'acqua di mare e giovani pesci. Inutile dire che portate cibo a sufficienza anche per questi animali. Sarebbe appropriato pensarla come l'arca di Noè, solo su un UFO (Memorandum da Yūko Chino, aprile 2005).

In sostanza, Chino Shōhō stava progettando di ricostruire e ripopolare un'ambientazione simile alla Terra su un altro pianeta.

Naturalmente, ciò che gli umani della Terra e i marziani devono fare è trapiantare la natura esistente attualmente sulla Terra su quel pianeta. Il dipartimento di scienze di PW è già stato incaricato di preparare semi, piante, alberelli e, inutile dirlo, cibo e generi di prima necessità per ogni persona (Memorandum di Yūko Chino, aprile 2005).

Chino Shōhō rimase determinato a lasciare la Terra fino al luglio del 2005, quando i membri costruirono un porto di atterraggio per dischi volanti vicino a Gotaishi. Tuttavia, il piano sembrava scivolare nell'oscurità poiché la salute di Chino si è gradualmente deteriorata durante quell'estate. Presto ci furono pochissime comunicazioni tra Chino, Chino Shōhō e me. Il 25 ottobre 2006 Chino Yuko è morto.

IMMAGINI

Immagine #.1: Chino, Yuko. La Porta del Paradiso: Alla ricerca del futuro.
Immagine n. 2: Veduta aerea del Laboratorio Pana-Wave. (Salvador J. Murguia 2004).
Immagine n. 3: membro del laboratorio Pana-Wave che mostra la sua uniforme. (Mainichi Shimbun 2003).
Immagine n. 4: Diario dei giusti d'amore pubblicazione prodotta dal Laboratorio Pana-Wave. (Salvador J. Murguia 2004).
Immagine n. 5: Generatore di onde scalari elettromagnetiche all'interno della prefettura di Fukuoka. (Naganishi Hide 2003).
Immagine n. 6: bobina del deflettore dell'onda scalare del Pana Wave Laboratory. (Salvador J. Murguia 2004).
Immagine n. 7: il diffusore d'onda specifico per la direzione. Le frecce rosse rappresentano l'attività delle onde scalari (Salvador J. Murguia 2004)
Immagine n. 8: alberi che circondano il laboratorio Pana-Wave. (Salvador J. Murguia 2004)
Immagine n. 9: furgone Pana Wave Laboratory coperto di SWDC. Nella foto è raffigurato il tipo di furgone che il signor Chigusa non è riuscito a "controllare a terra" nel 2003. (Mainichi Shimbun 2003)

RIFERIMENTI

Dorman, Benjamin. 2005. "Pana Wave: The New Aum Shinrikyo o un altro panico morale?" Nova Religio: The Journal of Alternative and Emergent Religions 8: 83-103.

"I cultisti giapponesi del giorno del giudizio sono accusati della morte di un membro picchiato". Agence France Press, 5 dicembre 2003.

"Cult guadagna 2.2 miliardi dai follower". Asahi Shinbun, Giugno 27, 2003.

Bolman, Jay. 1988. Fisica: un'introduzione. New Jersey: Divisione del Prentice Hall College.

Chino, Yuko. La Porta del Paradiso: Alla ricerca della felicità futura (『天国の扉: 未来の幸せを目指して』, Tengoku no tobira: Mirai no shiawase o mezashite). Tokyo: Jihi ad Ai Pub Co Ltd.

Goffman, Erving. 1963. Stigma. Scogliere di Englewood: Prentice-Hall

von Däniken, Erich. 1971. Carri degli dei: misteri irrisolti del passato. Regno Unito: Corgi Books.

Data di pubblicazione:
17 luglio 2022.

Facebook