Christine M. Robinson & Sue E. Spivey

L'Alleanza per la scelta terapeutica e l'integrità scientifica

ALLEANZA PER LA SCELTA TERAPEUTICA E
CRONOLOGIA DELL'INTEGRITÀ SCIENTIFICA
 

1992 (marzo): viene fondata l'Associazione Nazionale per la Ricerca Psicoanalitica e la Terapia dell'Omosessualità (NARTH).

1992 (18 dicembre): il comitato organizzatore della NARTH, con ventitré membri, si incontra al Waldorf-Astoria di New York City.

1992: L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha rimosso l'omosessualità dal Classificazione internazionale delle malattie.

1993 (20 maggio): NARTH tiene la sua prima conferenza annuale a San Francisco.

1997: NARTH ha presentato un amicus brief alla Corte Suprema delle Hawaii per opporsi alla legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso.

2000 (17 maggio): NARTH e diversi ministeri ex gay hanno pubblicato un annuncio su un giornale a tutta pagina in USA Today e ha tenuto una conferenza stampa a Chicago per protestare contro l'annullamento da parte dell'American Psychiatric Association di un dibattito sulla terapia volta a cambiare l'orientamento sessuale.

2001: lo psicologo cristiano evangelico James Dobson di Focus on the Family ha dichiarato il co-fondatore di NARTH Joseph Nicolosi "il massimo esperto di omosessualità".

2002: NARTH ha presentato un amicus brief alla Corte Suprema del Kansas, in cui ha stabilito che un "transessuale" non è una donna, annullando il suo matrimonio e la sua eredità.

2003: lo psichiatra Robert Spitzer, che ha sostenuto nel 1973 di declassificare l'omosessualità come un disturbo mentale, ha pubblicato uno studio basato su partecipanti reclutati tramite NARTH ed Exodus International, che ha concluso che il cambiamento dell'orientamento sessuale è possibile.

2005 (25 dicembre): muore il co-fondatore di NARTH Charles Socarides.

2009: Reagendo a NARTH e ad altri che promuovono la convinzione che l'omosessualità sia un disturbo e un peccato che può essere modificato attraverso la terapia e gli interventi religiosi, l'American Psychological Association ha valutato la letteratura di ricerca sottoposta a revisione paritaria sugli sforzi di cambiamento dell'orientamento sessuale e non ha trovato prove scientifiche a sostegno la loro efficacia.

2009: NARTH istituisce il Giornale della sessualità umana.

2010: NARTH ha presentato un amicus brief alla Corte Suprema della California per opporsi alla legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso.

2010: George Rekers si è dimesso dal comitato consultivo scientifico di NARTH dopo che un giornale ha riferito di aver assunto un accompagnatore maschio per accompagnarlo in un viaggio in Europa.

2010: il segretario esecutivo di NARTH Arthur Goldberg si è dimesso dalla NARTH dopo che è stato pubblicamente rivelato che ha scontato una pena in una prigione federale per cospirazione per commettere frode.

2012: Robert Spitzer ha ripudiato e ha cercato di ritrattare il suo studio del 2003, dicendo che era imperfetto. Si è anche scusato per il danno che ha causato.

2012: NARTH ha presentato un amicus brief alla Corte Suprema degli Stati Uniti per sostenere il Defense of Marriage Act.

2012: la California è il primo stato a vietare la terapia di conversione con i minori.

2012: Exodus International ha rimosso i materiali NARTH dal suo sito web. Il presidente dell'Esodo Alan Chambers ha rinunciato alla terapia riparativa.

2012: NARTH perde l'esenzione fiscale.

2013: la Corte d'Appello degli Stati Uniti per il Nono Circuito ha confermato la costituzionalità del divieto della California alla terapia di conversione con i minori.

2013: la World Medical Association ha rilasciato una dichiarazione in cui condanna i "metodi cosiddetti di 'conversione' o 'riparativi'".

2013: L'American Psychiatric Association ha rimosso il "Disturbo dell'identità di genere" dal DSM e lo ha sostituito con "Gender Dysphoria".

2014: i leader NARTH hanno rinominato l'organizzazione come Alliance for Therapeutic Choice and Scientific Integrity e hanno istituito "l'Istituto NARTH" come una delle sue divisioni.

2014: i membri del Comitato delle Nazioni Unite contro la tortura hanno espresso preoccupazione per la terapia di conversione sui giovani negli Stati Uniti.

2015 (1 giugno): l'Ufficio del Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani ha pubblicato un rapporto chiedendo a tutte le nazioni di vietare le "terapie di conversione".

2015 (25 giugno): gli ebrei che offrono nuove alternative all'omosessualità (JONAH) hanno perso una causa civile per frode dei consumatori promossa dal Southern Poverty Law Center.

2015 (agosto): l'American Bar Association ha adottato una risoluzione che sollecita una legislazione a vietare la terapia di conversione sui minori.

2015 (ottobre): il co-fondatore di NARTH Benjamin Kaufman ha rinunciato alla licenza medica tra accuse di negligenza grave e condotta non professionale.

2017 (8 marzo): muore Joseph Nicolosi, cofondatore di NARTH.

2017 (1 maggio): la Corte Suprema degli Stati Uniti ha respinto un ricorso contro la legge della California che vieta la terapia di conversione con i minori.

2018-2019: Joseph Nicolosi, Jr. ha registrato il marchio di "terapia riparativa" e "terapia reintegrativa", rispettivamente nel 2018 e nel 2019.

2019: il rivenditore Amazon.com ha annunciato la decisione di interrompere la vendita di libri sulla terapia di conversione.

2020: la Corte d'Appello degli Stati Uniti per l'Undicesimo Circuito ha invalidato due ordinanze in Florida (la città di Boca Raton e la contea di Palm Beach) che vietavano la terapia di conversione con i minori basata sulla "libertà di parola".

2021: l'American Psychological Association ha adottato una risoluzione che si oppone agli sforzi di cambiamento dell'identità di genere e un'altra che rafforza la sua posizione contro gli sforzi di cambiamento dell'orientamento sessuale.

2021: per la prima volta in alcuni stati viene introdotta una normativa a tutela della terapia di conversione.

2022: più della metà degli stati e diverse città degli Stati Uniti hanno avuto una qualche forma di divieto di terapia di conversione, per statuto o regolamento.

STORIA DEL FONDATORE / GRUPPO

L'Alliance for Therapeutic Choice and Scientific Integrity (ATCSI) è "un'organizzazione professionale e scientifica multidisciplinare" con sede a Salt Lake City, Utah. è

dedicato a preservare il diritto delle persone di ottenere i servizi di terapisti e professionisti medici che onorano i valori dei clienti; sostenere l'integrità e l'obiettività nella ricerca nelle scienze sociali; e garantire che sia disponibile un'assistenza professionale autorizzata competente per le persone che sperimentano attrazioni erotiche indesiderate per lo stesso sesso o che sperimentano conflitti tra il loro sesso biologico e l'identità di genere percepita (ATCSI 2022).

Il suo motto è "Perché i tuoi valori contano".

L'ATCSI è stata originariamente fondata come organizzazione scientifica e professionale con un nome diverso nel marzo del 1992 da Charles Socarides, Joseph Nicolosi e Benjamin Kaufman (Bollettino NARTH 1993a, Kaufman 2001-2002). Il comitato organizzatore della NARTH, con ventitré membri, si è riunito al Waldorf-Astoria di New York City. Hanno partecipato ventitré membri (Bollettino NARTH 1993a). I suoi fondatori, professionisti della salute mentale religiosamente conservatori, hanno creato l'organizzazione per proteggere e difendere gli interessi degli psicoterapeuti autorizzati a offrire "terapie di conversione" dell'orientamento sessuale e/o dell'identità di genere. I terapeuti di conversione sono stati gradualmente emarginati nelle professioni di salute mentale degli Stati Uniti (Drescher 2015a; Kaufman 2001-2002) negli anni successivi alla decisione dell'American Psychiatric Association del 1973 di declassificare l'omosessualità come disturbo mentale. In risposta alla minaccia di una causa (Isay 1996), l'American Psychoanalytic Association è diventata l'ultima grande organizzazione di professionisti della salute mentale a vietare la discriminazione basata sull'orientamento sessuale nella formazione degli psicoanalisti (Drescher 2015a). Questo è stato il catalizzatore per la creazione di NARTH.

L'ATCSI è stata originariamente chiamata Associazione Nazionale per la Ricerca Psicoanalitica e la Terapia dell'Omosessualità (Socarides e Kaufman 1994). Lo stesso anno è stata ribattezzata Associazione nazionale per la ricerca e la terapia dell'omosessualità [immagine a destra]. L'organizzazione esisteva come narth fino a quando non è stato ribattezzato ATCSI nel 2014. È uno dei partner più influenti nel movimento del ministero della conversione transnazionale e nella destra cristiana anti-LGBT (Moss 2021, Robinson e Spivey 2019), entrambi inaugurati negli anni '1970. I fondatori hanno tentato di stabilire NARTH come associazione scientifica e promuovere la terapia come metodo efficace per il trattamento dell'omosessualità, che consideravano un disturbo dell'identità di genere (Bennett 2003, Robinson e Spivey 2007). Ad oggi, l'eredità dell'organizzazione include il rilancio del mercato della terapia di conversione e lo sviluppo di una rete globale di advocacy per i suoi professionisti. Per molti anni, NARTH ha anche dato credibilità ai suoi due principali partner, le reti ministeriali che promettono possibilità di cambiamento e i gruppi politici cristiani contrari ai diritti LGBT.

Nessuna grande organizzazione di professionisti della salute mentale ha mai riconosciuto la NARTH come organizzazione scientifica. NARTH è stato più volte descritto come pseudo-scientifico (Cianciatto e Cahill 2006, Drescher 2015a, Ford 2001, Haldeman 1999, Panozzo 2013) e accusato di distorcere e abusare della ricerca degli studiosi (Besen 2003, ILGA World e Mendos 2020, Robinson e Spivey 2015 , Waidzunas 2015, Williams 2011). A partire dal 1992, le principali organizzazioni sanitarie professionali hanno iniziato a pubblicare prese di posizione e risoluzioni contrarie ai tentativi di cambiare l'orientamento sessuale (NASW 1992) e, successivamente, l'identità di genere (NASW 2015), citando, tra le altre preoccupazioni, l'assenza di supporto scientifico (vedi Shidlo, Schroeder e Drescher 2001). Nel 1992, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha rimosso l'omosessualità dal Classificazione internazionale delle malattie, uno strumento diagnostico utilizzato in tutto il mondo per i sistemi di rimborso in ambito sanitario. Oggi, tutte le principali associazioni professionali di salute mentale e medica “rifiutano la 'terapia di conversione' come trattamento medico legittimo” (AMA 2019) per cambiare l'orientamento sessuale o l'identità di genere, nonché le eziologie su cui si basano (APA 2021a, APA 2021b) .

Diversi studiosi hanno messo in dubbio o contestato la pretesa di NARTH di essere un'organizzazione laica (Alumkal 2017; American Psychiatric Association 2000; Besen 2003; Burack e Josephson 2005; Clucas 2017; Drescher 1998, 2015; Grace 2008; Haldeman 1999; ILGA World e Mendos 2020; Queiroz, D'Elio e Maas 2013; Robinson e Spivey 2007, 2019). Beverly (2009) Guida illustrata alle religioni elenca NARTH come un'organizzazione critica nei confronti della teologia pro-gay. Lo psicologo John Gonsiorek (2004:758) ha definito la terapia di conversione "la teocrazia in chiave scientista". Il giurista Craig Konnoth (2017: 283) ha affermato che la terapia di conversione è "essenzialmente una forma di pratica religiosa". Gli studiosi (Babits 2019, Martin 1984) hanno documentato il ruolo centrale della religione nelle terapie di conversione dall'inizio del XX secolo. La religione stessa rimane la "forza trainante primaria che perpetua" la terapia di conversione negli Stati Uniti e nel mondo (Horne e McGinley 2022: 221).

Sebbene la NARTH non sia stata né istituita né ufficialmente affiliata a un'organizzazione religiosa, la religione è stata essenziale per il lavoro e la vitalità dell'organizzazione e dei suoi leader nel corso della sua storia trentennale. Nonostante ripetute affermazioni trovate nella letteratura di NARTH e dai suoi rappresentanti che NARTH non è un'organizzazione religiosa, la newsletter di NARTH, le presentazioni di conferenze, i giornali e il sito web promuovono credenze e pratiche religiose socialmente conservatrici. La religione è la chiave di volta da cui dipendono la vocazione e il lavoro professionale dei terapeuti della conversione, poiché la maggior parte dei clienti che cercano la terapia lo fanno sulla base di conflitti morali o religiosi legati alla sessualità o al genere propri o dei propri figli (Flentje, Heck e Cochran 2013; Haldeman 2022 ; Nicolosi e Nicolosi 2002; Rosik 2014; Spivey e Robinson 2010; Streed, Anderson, Babits e Ferguson 2019).

I fondatori dell'organizzazione erano conservatori religiosi. Joseph Nicolosi, [Immagine a destra] un cattolico romano che ha servito come primo direttore esecutivo dell'organizzazione, è stato uno psicologo e consulente per l'arcidiocesi cattolica di Los Angeles (Christianson 2005) prima di co-fondare NARTH e ha integrato costantemente la religione nella sua pratica di psicoterapia con i clienti (Nicolosi 1991, 2001, 2012). Per molti anni, NARTH ha avuto sede presso la Clinica Psicologica Tommaso d'Aquino di Nicolosi. Charles Socarides, [Immagine a destra] uno psichiatra che ha servito come primo presidente dell'organizzazione, è stato uno dei più accesi oppositori della decisione del 1973 dell'American Psychiatric Association di declassificare l'omosessualità come un disturbo mentale. In una rivista pubblicata dai Gesuiti degli Stati Uniti, Socarides ha descritto il suo lavoro clinico con uomini omosessuali come “…una specie di 'cura pastorale'…. molti di noi pensavano di fare tranquillamente l'opera di Dio» (Socarides 1995). Ha chiamato l'idea, che si trova in alcune pubblicazioni pro-gay, che Dio ha reso le persone gay "blasfemia". Benjamin Kaufman era uno psichiatra ebreo (Thorn 2015) che ha servito come primo vicepresidente dell'organizzazione.

All'inizio del primo decennio della NARTH, i suoi ufficiali svilupparono intenzionalmente collaborazioni di lavoro con diverse reti cristiane "ex gay" consolidate, che avevano già iniziato a incorporare eziologie psicoanalitiche di omosessualità e "transessualità" nei loro ministeri, sulla base degli insegnamenti di due teologi, Leanne Payne ed Elizabeth Moberly (Ford 2001, Robinson e Spivey 2007, 2019). Nel suo primo anno, NARTH ha stabilito una struttura di leadership, che includeva "Collegamento con i ministeri religiosi ed ex gay". "Sig. e la signora Bill Grasso e il Rev. Tom Mullen” hanno prestato servizio per la prima volta in questi ruoli (NARTH 1993a). Nel 1993, il co-fondatore di NARTH Joseph Nicolosi ha parlato come psicologo in un video intitolato "Choosing to Change from Homosexuality", venduto dal più grande ministero degli ex gay Esodo Internazionale, un'organizzazione cristiana evangelica. Il video presentava il presidente dell'Esodo Joe Dallas e le testimonianze religiose del cambiamento. Bob Davies, ex direttore esecutivo di Exodus, ha riconosciuto che l'organizzazione ha lavorato con NARTH per aiutare Exodus ad aumentare la sua credibilità (Davies 1998). Randy Thomas, ex vicepresidente esecutivo di Exodus, ha rivelato in un recente documentario che “C'era una relazione simbiotica tra il nostro bisogno di credibilità e poi, ovviamente, i terapeuti che ottengono i clienti. Le nostre reti sono state pervase dai loro libri... insegnamenti... e dall'approccio terapeutico. Sembra terribile, ma è stato un accordo commerciale reciprocamente vantaggioso” (Stolakis 2021).

Diversi ufficiali della NARTH hanno avuto precedenti rapporti di lavoro e hanno ricoperto posizioni di leadership in ex ministeri gay e organizzazioni politiche cristiane. Gli ufficiali della NARTH si erano anche impegnati in attività politiche anti-LGBT (Drescher 1998, 2001; George 2016; Robinson e Spivey 2019) prima di sviluppare partnership formali con le principali organizzazioni politiche e legali cristiane come Liberty Counsel e Pacific Justice Institute. NARTH e i suoi funzionari hanno cercato di stabilire l'idea che l'orientamento sessuale non sia una caratteristica immutabile (Byrd e Olsen 2001-2002), un criterio considerato dalla magistratura statunitense per garantire lo status di classe protetta (Nussbaum 2010, Knauer 2021). Nel 1993, Charles Socarides e Harold Voth hanno presentato dichiarazioni giurate a sostegno di un emendamento alla costituzione del Colorado per vietare alle città di approvare ordinanze per vietare la discriminazione basata sull'orientamento sessuale (Socarides 1993, Drescher 1998). Joseph Nicolosi è apparso in un documentario dei Summit Ministries intitolato "Gay Rights, Special Rights: Inside the Homosexual Agenda", propagandando la sua appartenenza all'American Psychological Association per affermare che i gay possono cambiare il loro comportamento e le loro attrazioni, a sostegno del messaggio del film che i gay non lo sono un gruppo minoritario avente diritto allo status di classe protetta. Socarides ha presentato una dichiarazione giurata nel 1995 a sostegno della difesa dello stato della legge sulla sodomia del Tennessee (Dresher 1998).

Nel 1995, NARTH ha intenzionalmente coltivato collaborazioni con le principali organizzazioni politiche di destra cristiana. Ha stabilito come obiettivi "il collegamento in rete con organizzazioni di politica pubblica conservatrice come Focus on the Family, l'American Family Association, il Family Research Council e la Heritage Foundation" e "l'interfaccia con le organizzazioni religiose, inclusi i ministeri degli ex gay, i servizi di consulenza cristiana, gruppi 'ebraici' ortodossi e l'Associazione nazionale degli educatori cristiani” (Bollettino NARTH 1995:2). Entro la fine del primo decennio di NARTH, l'organizzazione aveva consolidato partnership reciprocamente vantaggiose con ex ministeri gay e organizzazioni politiche e legali della destra cristiana (Barack e Josephson 2005; Robinson e Spivey 2019). Nel 2001, il co-fondatore Joseph Nicolosi si è assicurato la benedizione del potente psicologo cristiano evangelico James Dobson, che lo ha approvato come "la massima autorità nel trattamento e nella prevenzione dell'omosessualità" (Dobson 2001:18).

NARTH ha continuato a raccogliere il raccolto delle sue fatiche alla fine del suo primo decennio. Nel 2001, lo psichiatra Robert Spitzer, che ha sostenuto nel 1973 di rimuovere l'omosessualità dal DSM, ha presentato uno studio peer-reviewed presso l'American Psychiatric Association, basato su partecipanti reclutati tramite NARTH ed Exodus International, che ha concluso che è possibile per alcune persone cambiare l'orientamento sessuale attraverso la terapia e le pratiche religiose. NARTH e i suoi partner hanno pubblicizzato lo studio di Spitzer come convalida delle sue affermazioni. La sua pubblicazione in una rivista peer-reviewed (Spitzer 2003) ha generato una tempesta di dibattito politico e accademico (Drescher e Zucker 2006). La pubblicità ha giovato ai terapeuti della conversione e ha invitato un rinnovato interesse e un maggiore controllo del movimento ex gay, incluso NARTH, da parte di giornalisti (Besen 2003), studiosi (Silverstein 2003, Stewart 2005), attivisti e altri. Nel 2002, NARTH ha presentato un amicus brief alla Corte Suprema del Kansas a sostegno di una causa intentata dal Liberty Counsel. La corte ha stabilito che un "transessuale" non è una donna, annullando il suo matrimonio e la sua eredità (Robinson e Spivey 2019). Nel 2005 è morto il co-fondatore Charles Socarides.

Nel 2007, diversi membri dell'American Psychological Association sono diventati così preoccupati per la NARTH e altre organizzazioni che promuovono la convinzione che l'omosessualità sia un disturbo che può essere modificato attraverso interventi terapeutici e religiosi, che ha formato una task force per valutare la letteratura di ricerca sottoposta a revisione paritaria sugli sforzi di cambiamento dell'orientamento sessuale (SOCE) (Drescher 2015b). Il rapporto della task force non ha trovato prove scientifiche a sostegno dell'efficacia di SOCE (APA 2009; Dresher 2015b). Nel 2009, l'APA ha anche approvato una risoluzione in cui si afferma che gli psicologi dovrebbero evitare di travisare l'efficacia di SOCE quando lavorano con individui angosciati dal proprio o altrui orientamento sessuale. Infuriato dai risultati della Task Force APA, NARTH ha istituito il Giornale della sessualità umana nel 2009 e ha dedicato il primo volume alla risposta di NARTH al rapporto della Task Force. I numeri successivi della rivista pubblicarono articoli e recensioni di libri, per lo più di eminenti ufficiali della NART.

Due scandali di alto profilo hanno gravemente danneggiato la reputazione di NARTH verso la fine del suo secondo decennio. Nel 2010, l'ufficiale della NARTH George Rekers, uno psicologo e ministro battista che ha anche co-fondato il Family Research Council, si è dimesso dal comitato consultivo scientifico della NARTH dopo che un giornale ha riferito di aver assunto un accompagnatore maschio per accompagnarlo in un viaggio in Europa, dove ha presumibilmente ricevuto massaggi nudi. Rekers aveva anche spesso fornito testimonianze di esperti a sostegno della discriminazione basata sull'orientamento sessuale nei casi di adozione e in altre aree (Rekers 2006). Lo stesso anno, il segretario esecutivo della NARTH Arthur Goldberg, co-fondatore dell'ex ministero gay Jewish Offering New Alternatives to Homosexuality, si è dimesso dopo che è stato pubblicamente rivelato che aveva scontato una pena in una prigione federale per cospirazione per commettere frode (Kent 2010). Questi eventi hanno portato a una stampa più negativa. Nel 2011, il giornalista della CNN Anderson Cooper ha mandato in onda un rapporto speciale intitolato "The Sissy Boy Experiment", che ha rivelato il ruolo di Rekers nella supervisione di esperimenti scioccanti progettati per estinguere il comportamento effeminato e prevenire l'omosessualità nei ragazzi, uno dei quali si è suicidato da adulto. Alla fine del secondo decennio di NARTH, Warren Throckmorton (2011), un ex membro di NARTH che in precedenza aveva sostenuto la terapia di riorientamento, ha rivelato che il settantacinque per cento dei membri di NARTH non erano né scienziati né terapeuti, ma "laici, ministri e attivisti".

L'inizio del terzo decennio di NARTH è segnato da turbolenze e ricostruzione organizzativa. Il 2012 ha inaugurato una serie di grandi battute d'arresto. Nel 2012, lo psichiatra Robert Spitzer ha cercato di ritrattare lo studio del 2003 secondo cui era possibile un cambiamento dell'orientamento sessuale, dicendo che era imperfetto e si è scusato per il danno causato. NARTH ha presentato un amicus brief alla Corte Suprema degli Stati Uniti per sostenere il Defense of Marriage Act, che hanno parzialmente invalidato, e ha ordinato al governo federale di riconoscere i matrimoni omosessuali sanzionati dallo stato. NARTH ha perso il suo status di esenzione fiscale dopo aver trascurato di archiviare i documenti necessari. L'evento più devastante per NARTH nel 2012 si è verificato quando la California è diventato il primo stato ad approvare una legge che vieta ai professionisti sanitari autorizzati di intraprendere una terapia di conversione con i minori. NARTH ha citato in giudizio e ha perso. Nel 2013, la Corte d'Appello degli Stati Uniti per il Nono Circuito ha confermato la costituzionalità della legge. La Suprema Corte ha respinto la richiesta di ulteriore ricorso. Exodus International ha rimosso i materiali NARTH dal suo sito Web e il suo presidente, Alan Chambers, ha pubblicamente rinunciato alla terapia riparativa. Ciò ha spinto diversi ufficiali e ministeri dell'Esodo a lasciare l'organizzazione e formare una rete di ministeri rivale chiamata The Restored Hope Network. Il co-fondatore di NARTH Joseph Nicolosi è entrato a far parte del consiglio di RHN. Nel 2013, l'American Psychiatric Association ha rimosso il "Disturbo dell'identità di genere" dal DSM e lo ha sostituito con "Gender Dysphoria", che depatologizzava le persone transgender e non binarie (APA 2013). Lo stesso anno, la World Medical Association ha rilasciato una dichiarazione (WMA 2013) che “condanna i cosiddetti metodi di 'conversione' o 'riparativi'” da parte degli operatori sanitari. La risposta di NARTH è stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale della Catholic Medical Association (Rosik 2014).

Questi eventi hanno spinto i leader di NARTH a rinominare completamente l'organizzazione e la sua messaggistica. Nel 2014, l'Alliance for Therapeutic Choice and Scientific Integrity è diventata il nuovo nome dell'organizzazione e "l'Istituto NARTH" è stato affiancato a una delle nuove divisioni dell'ATCSI. ATCSI rappresenta un significativo allontanamento dalla sua precedente incarnazione. Oltre a rinominare l'organizzazione e ad ampliarne la missione, i leader dell'ATCSI hanno anche annunciato di aver creato un'organizzazione di difesa globale, la Federazione internazionale per la scelta terapeutica e di consulenza (IFTC), e di aver collocato l'ATCSI all'interno di quella federazione. Il linguaggio della missione organizzativa di IFTCC è quasi identico a quello di ATCSI. L'aspetto più significativo di IFTCC è il suo "approccio antropologico", che "si basa su una comprensione giudaico-cristiana del corpo, del matrimonio e della famiglia" (IFTCC 2022). Questo sviluppo è un riconoscimento ufficiale degli impegni religiosi della federazione e delle sue organizzazioni membri, in particolare l'Alleanza per la scelta terapeutica e l'integrità scientifica.

I fondatori di NARTH hanno cercato di inquadrare l'organizzazione come scientifica e laica. Nonostante molti anni di marketing con successo eziologie del disturbo e della "terapia riparativa" ai clienti, la conversione di NARTH all'ATCSI, che posiziona la "scelta terapeutica" prima dell'"integrità scientifica" e le sue nuove linee guida pratiche (ATCSI 2018) per la terapia del cambiamento approvate dall'organizzazione , Sexual Attraction Fluidity Exploration in Therapy (SAFE-T), appare come una concessione. Gli appelli di NARTH alla scienza non hanno protetto i professionisti della salute mentale autorizzati contro la regolamentazione professionale e legale. Come ha osservato lo psicologo Charles Silverstein (2003: 33), il "concetto di 'scelta' attualmente favorito dalla destra cristiana conservatrice è una regressione a una precedente credenza religiosa nel 'libero arbitrio'".

Nel 2012, il Southern Poverty Law Center ha intentato una causa civile per frode dei consumatori contro un'organizzazione ex gay, Jewish Offering New Alternatives to Homosexuality (JONAH), che è stata co-fondata dall'ex ufficiale della NARTH Arthur Goldberg. Gli ufficiali della NARTH Joseph Nicolosi, Joseph Berger, Christopher Doyle e James Phelan hanno fornito dichiarazioni di esperti prima del processo e hanno testimoniato in tribunale a sostegno di JONAH. Nel 2015 il giudice ha dichiarato che, per diritto, l'omosessualità non è una malattia mentale ed ha escluso la loro testimonianza (Dubrowski 2015). La giuria ha emesso un verdetto unanime, ritenendo JONAH responsabile per frode dei consumatori. Le affermazioni scientifiche degli esperti NARTH vengono sempre più respinte dai tribunali (Dubrowski 2015). Mentre l'ATCSI sostiene, nonostante l'evoluzione delle posizioni contrarie dell'establishment della salute mentale, che la terapia che approva è efficace, etica e sicura, è chiaro che la salvezza di NARTH non può più fare affidamento sui suoi appelli alla sola scienza. Dal 2014, ATCSI ha sfruttato in modo più intenzionale argomenti basati sui diritti (autonomia del cliente, autodeterminazione, libertà religiosa, diversità religiosa, coscienza, libertà di parola e diritti dei genitori) per difendere la legittimità della sua professione (Clucas 2017, Robinson e Spivey 2019).

I primi anni di ATCSI furono estremamente difficili. Nel 2014, i membri del Comitato delle Nazioni Unite contro la tortura hanno interrogato funzionari del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti sul motivo per cui 48 stati consentono la terapia di conversione con i minori (Margolin 2014). Nel 2015, l'Ufficio dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani (Nazioni Unite 2015) ha pubblicato un rapporto chiedendo a tutte le nazioni di vietare le "terapie di conversione". Nel 2015, il co-fondatore di NARTH Benjamin Kaufman ha rinunciato alla sua licenza medica tra accuse di negligenza grave e condotta non professionale (Truth Wins Out 2016). L'American Bar Association ha adottato una risoluzione che sollecita “…tutti i governi federali, statali, locali, territoriali e tribali ad emanare leggi che vietino ai professionisti con licenza statale di utilizzare la terapia di conversione sui minori” (ABA 2015). Nel 2016, la World Psychiatric Association ha dichiarato che la terapia di conversione è "del tutto immorale". Nel 2017, il co-fondatore di NARTH Joseph Nicolosi è morto, un paio di mesi prima che la Corte Suprema degli Stati Uniti respingesse una sfida alla legge della California che vietava la terapia di conversione con i minori. La pratica di Nicolosi era stata lesa da questa legge, ed era attore nella causa che la impugnava (come lo era NARTH). Dopo la morte del padre, Joseph Nicolosi, Jr. ha registrato il marchio di "terapia riparativa" e "terapia reintegrativa", rispettivamente nel 2018 e nel 2019 (Justia 2018, 2019). Nel 2019, il gigantesco rivenditore Amazon.com ha annunciato la sua decisione di interrompere la vendita di libri sulla terapia di conversione.

La strategia retorica basata sui diritti dell'ATCSI ha ottenuto una significativa vittoria legale nel 2020, quando la Corte d'Appello degli Stati Uniti per l'Undicesimo Circuito ha invalidato due ordinanze in Florida (la città di Boca Raton e la contea di Palm Beach) che vietavano la terapia di conversione con i minori. Liberty Counsel, lo studio di contenzioso cristiano che ha lavorato a stretto contatto con NARTH/ATCSI per diversi anni (Robinson e Spivey 2019), ha rappresentato due terapeuti, l'ex presidente di NARTH Julie Hamilton e Robert Otto. Hanno contestato queste ordinanze come una violazione della libertà di parola. Solo il tempo dirà se questo è un presagio di successo futuro.

Nel 2021, l'American Psychological Association ha adottato una risoluzione che ha rafforzato la sua posizione contro la SOCE (APA 2021a) così come la sua prima risoluzione che si oppone agli sforzi di cambiamento dell'identità di genere (APA 2021b). Per la prima volta negli Stati Uniti, la legislazione sulla terapia pro-conversione è stata introdotta "tranquillamente" in cinque legislature statali (Terkel 2021). Il disegno di legge dell'Oklahoma, "The Parental and Family Rights in Counseling Protection Act", è stato sostenuto dal rappresentante Jim Olson, che ha citato il membro del consiglio dell'ATCSI, la pediatra Michelle Cretella, per affermare che la terapia di conversione può essere efficace e non è dannosa (Brack 2021). Il disegno di legge dell'Arizona mirava a vietare alle agenzie statali di punire i praticanti che si impegnano in terapie "coerenti con la coscienza o il credo religioso". Nessuno di questi disegni di legge è stato convertito in legge. A partire dal 2022, più della metà degli stati e diverse città degli Stati Uniti hanno una qualche forma di divieto di terapia di conversione, per legge o regolamento (Movement Advancement Project 2022). Quasi tutti vietano la terapia di conversione sui minori da parte di operatori sanitari con licenza statale.

Dottrine / CREDENZE

L'obiettivo fondamentale di NARTH era proteggere i mezzi di sussistenza dei professionisti che forniscono consulenza ai clienti che sono angosciati dalle loro attrazioni per lo stesso sesso e dalla non conformità di genere. In una prima dichiarazione di politica, NARTH ha affermato che l'omosessualità "... è ostile alla conservazione del nucleo familiare" (Bollettino NARTH 1993a:2). La visione del mondo che NARTH ha promosso e che ATCSI continua a promuovere (e condivide con il suo ministero di trasformazione e i partner della destra cristiana) è che la struttura patriarcale della famiglia nucleare è ordinata da Dio, si riflette nell'ordine naturale ed è la chiave di volta di un sano società. Tutte le istituzioni della società (religione, diritto, medicina, ecc.) dovrebbero preservare e proteggere questo grande progetto e la struttura di genere essenziale da cui dipende (Burack e Josephson 2005; Robinson e Spivey 2007, 2015, 2019).

L'ATCSI promuove la convinzione che l'omosessualità e la varianza di genere siano disturbi dell'identità di genere che si sviluppano da dinamiche genitoriali/familiari devianti dal genere o da altri traumi infantili, che sono favoriti ed esacerbati a livello sociale dal femminismo, dai diritti dei gay e dal movimento transgender (Robinson e Spivey 2007, 2019). I suoi sforzi per commercializzare il trattamento e la prevenzione della "confusione di genere" sono rafforzati dalla teologia giudaico-cristiana conservatrice e dalle leggi che negano alle persone LGBT i diritti umani e civili. L'ATCSI rimane un partner attivo anche in questi sforzi e attualmente presenta sul suo sito Web un webinar dell'avvocato del Liberty Counsel Mat Staver sul motivo per cui l'Equality Act, che aggiungerebbe tutele antidiscriminatorie basate sull'orientamento sessuale e sull'identità di genere alla legge federale, dovrebbe essere contrari.

Gli ufficiali di NARTH e la letteratura organizzativa dal 1992 al 2013 hanno tentato di stabilire una logica scientifica per la terapia di conversione. La stragrande maggioranza degli ufficiali, dei membri del consiglio e dei consiglieri dell'organizzazione durante la sua storia trentennale sono individui che detengono posizioni religiosamente conservatrici sulla moralità dell'omosessualità e sulla varianza di genere. Inoltre, diversi funzionari e membri del consiglio hanno ricoperto contemporaneamente posizioni di rilievo e/o lavorano a stretto contatto con le reti ministeriali di ex gay e organizzazioni politiche cristiane anti-LGBT. Nonostante le dichiarazioni secondo cui NARTH è principalmente un'organizzazione scientifica, la sua letteratura ha costantemente espresso e incoraggiato la condanna giudaico-cristiana conservatrice dell'omosessualità e della non conformità di genere. La terapia riparativa, che integra e dà priorità alla religione all'interno di un modello terapeutico che prescrive la risocializzazione di genere (Robinson e Spivey 2007, 2015, 2019), è stata sviluppata dalla teologa Elizabeth Moberly (1983). È stato il modello di "trattamento" dominante dalla fine degli anni '1980. È stato reso popolare, e forse plagiato, dal co-fondatore di NARTH Joseph Nicolosi (Besen 2003, Erzen 2006). È stata la terapia più importante promossa dalla NARTH e dai ministeri cristiani ed ebraici di tutto il mondo per diagnosticare e "guarire" le persone dalle loro attrazioni per lo stesso sesso e dalla disforia di genere (Hall 2017, Mikulak 2020, Robinson e Spivey 2015).

Nel 2014, quando l'organizzazione è stata rinominata Alliance for Therapeutic Choice and Scientific Integrity e ha sviluppato nuove linee guida per la pratica, la scienza è diventata secondaria rispetto alla "scelta terapeutica" e ai valori e diritti religiosi di clienti e professionisti.

RITUALI / PRATICHE

L'obiettivo originale di NARTH era proteggere i professionisti della salute mentale autorizzati che offrono la terapia del cambiamento SOGIE dalla regolamentazione professionale. L'organizzazione ha anche cercato di commercializzare la terapia ai clienti, che perseguivano principalmente una terapia basata su conflitti religiosi. Entrambi sono probabilmente più difficili in una società che accetta e riconosce sempre più i diritti civili delle persone LGBT.

Attraverso NARTH, i sostenitori della conversione sembravano impegnarsi in tutte le attività familiari di un'associazione professionale accademica. Hanno fornito una leadership stabile, hanno generato un'adesione e hanno creato una struttura organizzativa per facilitarne il lavoro. NARTH sponsorizza una newsletter, ospita una conferenza annuale (dal 1993), gestisce un sito Web (dal 2006) e pubblica il proprio giornale (dal 2009). NARTH pretendeva di sostenere la scienza come base per la ricerca e la terapia e di essere un'organizzazione secolare. I suoi sforzi sono stati estremamente fruttuosi per lo sviluppo di collaborazioni reciprocamente vantaggiose con le reti del ministero del cambiamento e le organizzazioni politiche e legali cristiane. NARTH ha fornito legittimità scientifica ai ministeri e testimonianze di esperti per il contenzioso, la legislazione e la difesa delle politiche dei diritti cristiani. In cambio, questi partner hanno fornito pubblicità, segnalazioni di clienti e consulenza legale (vedi Robinson e Spivey 2019). Oltre alle sue pratiche scientifiche, NARTH ha sempre operato, de facto, come organizzazione religiosa in ogni aspetto del suo lavoro (Clucas 2017; Drescher 1998).

La letteratura organizzativa dell'ATCSI (newsletter, sito web, presentazioni a conferenze e diario) ha sempre diffuso e promosso visioni religiose giudeo-cristiane conservatrici dell'omosessualità e della varianza di genere. La maggior parte dei suoi funzionari e membri del consiglio che sono professionisti della salute mentale abilitati hanno integrato la teologia e/o le pratiche religiose prescritte (preghiera, lettura delle Scritture, partecipazione alla chiesa o ai gruppi di sostegno del ministero) nel loro lavoro con i clienti. L'indagine dell'organizzazione (Nicolosi, Byrd e Potts 2000) ha rilevato che la maggior parte degli “psicoterapeuti del riorientamento” incorporano la religione nel loro lavoro con i clienti almeno in parte.

La leadership di ATCSI ha sempre rappresentato un'alleanza interreligiosa di cristiani ed ebrei socialmente conservatori. La stragrande maggioranza degli ufficiali, dei membri del consiglio e del comitato dell'ATCSI, passati e presenti, ha affiliazioni religiose che rappresentano tradizioni cristiane conservatrici cattoliche, ebraiche, mormone, protestanti, aconfessionali ed evangeliche. Ogni presidente nella storia dell'organizzazione è stato un cristiano. Pubblicano comunemente il loro lavoro su giornali e giornali religiosi (Waidzunas 2015).

I leader di ATCSI hanno lavorato a stretto contatto con e spesso hanno ricoperto posizioni di rilievo in organizzazioni di ex ministeri gay (Robinson e Spivey 2015, 2019; Waidzunas 2015). James Phelan è l'ex presidente di Transforming Congregations, un ministero metodista (Kuyper 1999). Arthur Goldberg ha co-fondato JONAH, un ministero ebraico. David Pruden, Dean Byrd, Shirley Cox, Jerry Harris e David Matheson hanno servito in modo prominente nel ministero SUG, Evergreen International (Petrey 2020). Michael Davidson dirige un ministero nel Regno Unito Charles Socarides, Joseph Nicolosi, Janelle Hallman, Richard Fitzgibbons (Tushnet 2021) e altri hanno lavorato a stretto contatto con Courage International, un ministero cattolico. Nel corso degli anni, le conferenze NARTH/ATCSI includevano regolarmente i leader di questi ministeri così come Exodus International, One by One, Restored Hope Network, International Healing Foundation e altri.

L'ATCSI collabora inoltre a stretto contatto con organizzazioni legali, politiche e mediche cristiane, in particolare Liberty Counsel, Focus on the Family e l'American College of Pediatricians (Robinson e Spivey 2019; Spivey e Robinson 2010). I rappresentanti di questi e di altri gruppi simili parlano spesso alle conferenze dell'ATCSI. I membri del consiglio di ATCSI hanno anche ricoperto ruoli di leadership significativi nelle organizzazioni politiche e mediche cristiane. L'ex psicologo della NARTH e ministro battista George Rekers ha co-fondato il Family Research Council. Lo psichiatra ebreo Jeffrey Satinover è stato consulente medico per Focus on the Family. La pediatra cattolica Michelle Cretella è stata presidente dell'American College of Pediatricians.

Oltre al successo dell'ATCSI nel diffondere la sua letteratura e le sue idee attraverso collaborazioni formidabili e fruttuose con organizzazioni religiose conservatrici, i suoi leader sono stati anche prolifici sostenitori, fornendo interviste ai media e apparendo in programmi televisivi popolari. Un aspetto significativo della sua capacità di resistere alla regolamentazione professionale e legale, attrarre clienti e giustificare la sua esistenza nella sfera pubblica sono i suoi appelli retorici. Gli studiosi hanno analizzato le strategie retoriche di "framing" utilizzate dai leader NARTH/ATCSI per difendere la terapia di conversione e fare appello a vari pubblici (Arthur et al. 2014, Bennett 2003, Burack e Josephson 2005, Clucas 2017, Conrad e Angell 2004, Robinson e Spivey 2019, Stewart 2005, Waidzunas 2015). Sebbene l'organizzazione affermi, nonostante l'evoluzione delle posizioni contrarie dell'establishment della salute mentale, che la terapia sia efficace, etica e sicura, è chiaro che il futuro dell'ATCSI deve dipendere da un approccio diverso. Poiché la terapia del cambiamento SOGIE è diventata sempre più regolata dalla professione di salute mentale e dalla legge, l'inquadratura dell'ATCSI ha enfatizzato "l'autonomia del cliente" e le ragioni religiose più che la scienza. Questa è l'essenza di ciò che si riflette nel rebranding di NARTH come The Alliance for Therapeutic Choice and Scientific Integrity.

ORGANIZZAZIONE / LEADERSHIP

L'Alleanza per la scelta terapeutica e l'integrità scientifica è altamente burocratizzata. [Immagine a destra] La struttura di leadership originale di NARTH consisteva in un direttore esecutivo, presidente e vicepresidente, prima con Joseph Nicolosi, Charles Socarides e Benjamin Kaufman (rispettivamente). Nicolosi ha curato anche il Bollettino NARTH e fu il primo segretario-tesoriere. NARTH ha istituito diversi comitati durante il suo primo anno (Bollettino NARTH 1993a), comprendente: un comitato consultivo per agenzie governative, educative e di salute mentale; un comitato sui media, le organizzazioni religiose e di servizio sociale; un comitato sull'informazione pubblica/opuscoli, un comitato sull'intimidazione politica e accademica e un comitato di collegamento con i ministeri religiosi ed ex gay. Jack Hale inizialmente ha fornito consulenza legale. NARTH ha ricevuto lo status di esenzione fiscale come organizzazione privata senza scopo di lucro nel 1993 (Bollettino NARTH 1993b). Nel 1994 ha aggiunto un comitato di ricerca (Bollettino NARTH 1994). NARTH ha anche istituito un consiglio di amministrazione e un comitato consultivo scientifico.

The Newsletter NART (1992:7), ribattezzato “Bollettino NARTH” ha poi delineato le originarie categorie di appartenenza. Questi includono il membro ("per le persone impegnate nel trattamento psicologico o nella ricerca sull'omosessualità ... aperto a psicoanalisti, psichiatri, psicologi, consulenti e assistenti sociali certificati [che] hanno completato un Master [sic] di formazione a livello di sessualità, famiglia e MFC programmi"), membro associato ("per educatori, funzionari della sanità pubblica, leader religiosi, scienziati sociali e storici, nonché scrittori nel campo della sessualità e della salute della famiglia [incluso] qualsiasi individuo nelle scienze comportamentali con un particolare interesse per l'omosessualità ”), e amici di NARTH (per “persone che desiderano approfondire e incoraggiare gli scopi educativi e terapeutici di questa organizzazione”). Il modulo di adesione indicava che NARTH offre referenze di clienti per i membri della prima categoria.

NARTH ha creato e sciolto diversi comitati ad hoc dal 1992 al 2013, incluso un comitato interreligioso. Tuttavia, le sue strutture di leadership, organizzative e di appartenenza sono rimaste relativamente stabili con la crescita dell'organizzazione. La dimensione dei membri dell'organizzazione, menzionata occasionalmente nella newsletter e alla conferenza annuale, è cresciuta costantemente durante il suo primo decennio. Nel 2003, i membri di NARTH “si avvicinavano a 1,500 e crescevano rapidamente” (Byrd 2003:5). Nel 2009 è stata fondata la NARTH Il diario della sessualità umana e ha creato nuove posizioni (come caporedattore e, successivamente, un comitato editoriale) per svolgere il lavoro della rivista.

Nel 2014, quando NARTH è diventata l'Alleanza per la scelta terapeutica e l'integrità scientifica, la leadership dell'organizzazione ha originariamente individuato "l'Istituto NARTH", insieme alle divisioni di recente sviluppo dell'organizzazione all'interno dell'ATCSI. Alla fine, l'acronimo NARTH è stato gradualmente eliminato. Ad oggi, le sei divisioni dell'ATCSI includono tre divisioni di "patrocinio pubblico" (etica, famiglia e fede; istruzione pubblica e diritti dei clienti) e tre divisioni "professionali" (clinica, ricerca e medica). Ogni divisione ha i propri obiettivi, un comitato di lavoro e un comitato consultivo.

Nel 2014, gli ufficiali di NARTH hanno anche istituito un'organizzazione globale, The International Federation for Therapeutic and Counseling Choice, con una visione del mondo esplicitamente giudeo-cristiana, e hanno annunciato l'ATCSI come membro di questa federazione.

Problematiche / sfide

In 30 anni, ATCSI ha realizzato gran parte della visione dei suoi fondatori. I suoi membri fondatori hanno sviluppato con successo una rete di professionisti e sostenitori devoti per portare avanti la missione dell'organizzazione e svolgere il suo lavoro. Coltivando collaborazioni sinergiche con reti ministeriali consolidate e organizzazioni religiose politiche, legali e sanitarie, gli sforzi dell'ATCSI hanno rivitalizzato la professione di terapia di conversione negli Stati Uniti e rafforzato il movimento transnazionale di terapia di conversione. L'ATCSI ha subito perdite, ha resistito agli scandali e ha persistito attraverso la pubblicità negativa che ha coinvolto alcuni dei suoi leader ed ex alleati; tuttavia, i suoi ostacoli principali sono esterni. Gli sforzi e le realizzazioni di ATCSI sollevano anche una serie di questioni irrisolte.

La sfida più urgente che l'ATCSI deve affrontare è la regolamentazione professionale e/o legale. ACTSI ha oppositori formidabili, incluse e oltre le associazioni professionali di salute mentale, mediche e legali. Questi includono organizzazioni senza scopo di lucro che hanno lavorato per educare, difendere, legiferare e fare causa contro la terapia di conversione, come Truth Wins Out, Southern Poverty Law Center, National Center for Lesbian Rights e Trevor Project. In che misura e in che modo le associazioni per la salute mentale, i comitati statali per le licenze e le legislature regoleranno i terapeuti di conversione? Il movimento per approvare leggi statali che vietano ai fornitori di servizi sanitari autorizzati di impegnarsi in terapia di conversione con i minori manterrà lo slancio? Qual è la probabilità di regolamentarlo attraverso le leggi esistenti che proteggono i bambini dagli abusi (Hicks 1999)? Gli studiosi hanno identificato limiti e scappatoie di questi approcci (Alexander 2017, Calvert 2020, Drescher 2022). Che dire della legislazione sulle frodi dei consumatori, come la proposta di legge federale sulla prevenzione delle frodi terapeutiche, che renderebbe la terapia di conversione pubblicitaria in cambio di compenso una pratica fraudolenta per minori e adulti? Che dire della legislazione statale e federale per "definanziare" Alexander 2017) o negare l'uso di fondi pubblici per pagarlo, come il proposto Prohibition of Medicaid Funding for Conversion Therapy Act? In che modo la prospettiva scoraggiante delle terapie di conversione "high-tech" potrebbe presentare nuove opportunità per i sostenitori della conversione e sfide più complesse per regolarle (Earp, Sandberg e Savulescu 2014)?

In tre decenni, l'ATCSI si è dimostrato resiliente e ha ampiamente resistito ai tentativi delle associazioni professionali e delle organizzazioni di advocacy di scoraggiare o ostacolare la terapia del cambiamento SOGIE. La posizione di consenso dell'establishment della salute mentale è che nessun orientamento sessuale o identità di genere è una malattia mentale. I clienti dovrebbero essere autorizzati a perseguire comunque tentativi di cambiamento, per se stessi o per i loro figli, in base alle loro convinzioni religiose o per qualsiasi altro motivo? Mentre alcuni professionisti autorizzati sono stati interessati dalle leggi e dai regolamenti statali che vietano la terapia con i minori, la maggior parte ha in gran parte evitato la regolamentazione legale e/o professionale (IRTC 2020). Ciò è particolarmente vero per i consulenti religiosi senza licenza, le cui pratiche religiose sono al di là della portata normativa della legge statunitense (Cruz 1998-1999, Knauer 2020). La divisione di ATCSI sui diritti dei clienti è dedicata a resistere al controllo professionale e legale e ha ottenuto una significativa e recente vittoria che ha invalidato due ordinanze. In che misura la libertà religiosa e le argomentazioni basate sui diritti dell'ATCSI avranno successo nella magistratura? E il tribunale dell'opinione pubblica? In che modo la promozione dei diritti umani e civili delle persone LGBT, che sono progrediti in modo significativo dall'inizio della NARTH nel 1992, influenzerà la domanda di terapia di conversione? Il mercato oggi rimane robusto.

IMMAGINI

Immagine n. 1: Giuseppe Nicolosi
Immagine n. 2: Charles Socarides
Immagine n. 3: Logo dell'Associazione nazionale per la ricerca e la terapia dell'omosessualità.
Immagine n. 4: L'Alleanza per la scelta terapeutica e l'integrità scientifica.

RIFERIMENTI

Alexander, Melissa Ballengee. 2017. "Autonomia e responsabilità: perché il consenso informato, la protezione dei consumatori e il defunding possono battere i divieti della terapia di conversione". Revisione della legge dell'Università di Louisville 55: 283-322.

Alumkal, Antonio. 2017. Scienza paranoica: la guerra dei diritti cristiani alla realtà. New York: New York University Press.

Associazione americana degli avvocati. 2015. Accesso da  https://www.americanbar.org/content/dam/aba/-administrative/crsj/committee/aug-15-conversion-therarpy.authcheckdam.pdf su 10 April 2022.

Associazione medica americana. 2019. "Sforzi di cambiamento LGBTQ (cosiddetta 'Terapia di conversione')." Accessibile da https://www.ama-assn.org/system/files/2019-12/conversion-therapy-issue-brief.pdf su 10 April 2022.

Associazione Psichiatrica Americana. 2013. Scheda tecnica DSM-5: disforia di genere. Accessibile da https://www.psychiatry.org/psychiatrists/practice/dsm/-educational-resources/dsm-5-fact-sheets su 10 April 2022.

Associazione Psichiatrica Americana. 2000. "Terapie incentrate sui tentativi di cambiare l'orientamento sessuale (terapie riparative o di conversione)." Riferimento documento APA 200001. Accessibile da http://media.mlive.com/news/detroit_impact/other/APA_position_conversion%20therapy.pdf su 10 April 2022.

Associazione Americana di Psicologia. 2021a. "Risoluzione APA sugli sforzi di cambiamento dell'orientamento sessuale". Accessibile da https://www.apa.org/about/policy/resolution-sexual-orientation-change-efforts.pdf su 10 April 2022.

Associazione Americana di Psicologia. 2021b. "Risoluzione APA sugli sforzi di cambiamento dell'identità di genere". Accessibile da https://www.apa.org/about/policy/resolution-gender-identity-change-efforts.pdf su 10 April 2022.

Associazione Americana di Psicologia. 2009. Rapporto della Task Force dell'American Psychological Association sulle risposte terapeutiche appropriate all'orientamento sessuale. Washington, DC: American Psychological Association. Accessibile da http://www.apa.org/pi/lgbc/publications/therapeutic-resp.html  su 10 April 2022.

Associazione Americana di Psicologia. 2009. Risoluzione sulle risposte affermative appropriate al disagio dell'orientamento sessuale e agli sforzi di cambiamento. Washington, DC: APA.

Arthur, Elizabeth, Dillon McGill ed Elizabeth H. Saggio. 2014. "Playing It Straight: Framing Strategies tra i terapisti riparativi". Indagine sociologica 84: 16-41.

ATCSI. 2022. "Dichiarazione di missione". Alleanza per la scelta terapeutica e l'integrità scientifica. Accessibile da https://www.therapeuticchoice.com/our-mission su 10 April 2022.

ATCSI. 2018. "Linee guida per la pratica dell'esplorazione della fluidità dell'attrazione sessuale in terapia". Il diario della sessualità umana 9: 3-58.

Babi, Chris. 2019. Per curare una nazione peccaminosa: terapia di conversione e creazione dell'America moderna, dal 1930 ai giorni nostri. Tesi di dottorato. Austin, TX: Università del Texas.

Bennett, Jeffrey A. 2003. "Love Me Gender: omosessualità normativa e performatività 'ex-gay' nelle narrazioni di terapia riparativa". Testo e prestazioni trimestrali 23: 331-52.

Besen, Wayne R. 2003. Tutto tranne che etero: smascherare gli scandali e mentire dietro il mito dell'ex gay. New York: Harrington Park Press.

Beverley, James A. 2009. Guida illustrata di Nelson alle religioni: un'introduzione completa alle religioni del mondo. Nashville, TN: Thomas Nelson, Inc.

Brack, Hayley Twyman. 2021. "Il disegno di legge per proteggere la terapia di conversione in Oklahoma passa il comitato statale". The Oklahoma Counseling Institute, 10 febbraio. Accesso da https://ecpd.memberclicks.net/ su 10 April 2022.

Burack, Cynthia e Jyl J. Josephson. 2005. Un rapporto da "Love Won Out". New York: Task Force Nazionale Gay e Lesbiche.

Byrd, A. Dean. 2003. "NARTH: in pista per il futuro". Rapporti della conferenza NARTH. Encino, CA: Associazione nazionale per la ricerca e la terapia dell'omosessualità.

Byrd, A. Dean e Stony Olsen. 2001-2002. "Omosessualità: innata e immutabile?" Revisione di diritto della Regent University 14: 383-422.

Calvert, Clay. 2020. "Verificare la validità del primo emendamento delle leggi che vietano gli sforzi di cambiamento dell'orientamento sessuale sui minori: quale livello di controllo si applica dopo Becerra e l'approccio della proporzionalità e dell'approccio fornisce una soluzione?" Recensione di legge Pepperdine 47: 1-44.

Christianson, Alice. 2005. "Una ricomparsa della terapia riparativa". Sessualità contemporanea 39: 8-17.

Cianciatto, Jason e Sean Cahill. 2006. Gioventù nel mirino: la terza ondata di attivismo ex gay. Washington, DC: Task Force nazionale per gay e lesbiche.

Cluca, Rob. 2017. "Sforzi di cambiamento dell'orientamento sessuale, cristianesimo conservatore e resistenza alla giustizia sessuale". Scienze sociali 6: 1-49.

Conrad, Peter e Alison Angell. 2004. "Omosessualità e rimedicalizzazione". Società 41: 32-39.

Cruz, David B. 1998-1999. "Controllare i desideri: conversione dell'orientamento sessuale e limiti della conoscenza e della legge". Revisione della legge della California meridionale 72: 1297-1400.

Davis, Bob. 1998. Storia di Exodus International: una panoramica della crescita mondiale del movimento "ex gay".. Seattle, WA: Exodus International-Nord America.

Dobson, James. 2001. Allevare ragazzi. Wheaton, IL: Tyndale House.

Drescher, Jack. 2022. "Prefazione". pagg. xi-xv in Il caso contro la "terapia" di conversione: prove, etica e alternative, a cura di Douglas C. Haldeman. Washington, DC: L'American Psychological Association.

Drescher, Jack. 2015a. "Si può cambiare l'orientamento sessuale?" Giornale di salute mentale gay e lesbica 10: 84-93.

Drescher, Jack. 2015b. "Fuori da DSM: Depatologizzare l'omosessualità. Scienze comportamentali 5: 565-75.

Drescher, Jack. 2001. "Preoccupazioni etiche sollevate quando i pazienti cercano di cambiare le attrazioni dello stesso sesso". Giornale di psicoterapia gay e lesbica 5: 181-210.

Drescher, Jack. 1998. "Sono il tuo tuttofare: una storia di terapie riparative". Journal of Homosexuality 36: 19-42.

Drescher, Jack e Ken Zucker. 2003. Ricerca sugli ex gay: analizzare lo studio Spitzer e la sua relazione con scienza, religione, politica e cultura. New York: Routledge.

Dubrowski, Peter R. 2015. “Il Ferguson contro GIONA Verdetto e un percorso verso la cessazione nazionale della "terapia di conversione" da gay a etero". Rassegna di diritto della Northwestern University 110: 77-117.

Earp, Brian D., Anders Sandberg e Julian Savulescu. 2014. "Brave New Love: la minaccia della terapia di 'conversione' high-tech e la bio-oppressione delle minoranze sessuali". Neuroscienze AJOB 5: 4-12.

Erzen, Tanya. 2006. Direttamente a Gesù: conversioni sessuali e cristiane nel movimento ex-gay. Berkeley, CA: University of California Press.

Flentje, Anessa, Heck, Nicholas C. e Cochran, Bryan N. 2013. "Interventi di terapia del riorientamento sessuale: prospettive di ex individui gay". Journal of Gay & Lesbian Mental Health 17: 256-77.

Ford, Jeffry G. 2001. "Guarire gli omosessuali: il viaggio di uno psicologo attraverso il movimento degli ex gay e la pseudo-scienza della terapia riparativa". Giornale di psicoterapia gay e lesbica 5: 69-86.

George, Marie-Amelie. 2016. "Il crogiolo di custodia: lo sviluppo dell'autorità scientifica sui genitori gay e lesbiche". Rassegna di diritto e storia 34: 487-529.

Gonsiorek, John C. 2004. "Riflessioni dal campo di battaglia della terapia di conversione". Lo psicologo del consiglio 32: 750-59.

Grace, Andre P. 2008. "Il carisma e l'inganno delle terapie riparative: quando la scienza medica è alla base della religione". Journal of Homosexuality 55: 545-80.

Haldeman, Douglas C., ed. 2022. Il caso contro la "terapia" di conversione: prove, etica e alternative. Washington, DC: L'American Psychological Association.

Haldeman, Douglas C. 1999. "La pseudo-scienza della terapia di conversione dell'orientamento sessuale". Angoli: The Policy Journal dell'Institute for Gay and Lesbian Strategic Studies 4: 1-4.

Sala, Dorota. 2017. "Religione e omosessualità nel pubblico dominio: dibattiti polacchi sulla terapia riparativa". Società europee 19: 600-22.

Hicks, Karolyn Ann. 1999. "Terapia 'riparativa': se i tentativi dei genitori di cambiare l'orientamento sessuale di un bambino possono legalmente costituire un abuso sui minori". Revisione della legge sull'università americana 49: 505-47.

Horne, Sharon G. e Mallaigh McGinley. 2022. "Sforzi di orientamento sessuale e sforzi di cambiamento dell'identità di genere in contesti internazionali: esportazioni globali, merci locali". pp. 221-46 pollici Il caso contro la "terapia" di conversione: prove, etica e alternative, a cura di Douglas C. Haldeman. Washington, DC: L'American Psychological Association.

IFTCC. 2022. Accesso da https://ftcc.org/about su 10 April 2022.

ILGA World e Lucas Ramon Mendos. Il 2020. Inganno frenetico: un'indagine mondiale sulla regolamentazione legale delle cosiddette "terapie di conversione". Ginevra: ILSA World.

IRTC. 2020. È tortura, non terapia: una panoramica globale della terapia di conversione: pratiche, perpetratori e ruolo degli Stati. Copenaghen: Consiglio internazionale per la riabilitazione delle vittime della tortura. Accessibile da https://irct.org/publications/thematic-reports/146 su 10 April 2022.

Isay, Richard A. 1996. Diventare gay: il viaggio verso l'accettazione di sé. New York: Pantheon.

Giustia. 2019. Accesso da https://Trademarks.justia.com/876/99/reintegrative-87699885.htm su 10 April 2022.

Giustia. 2018. Accesso da https://Trademarks.justia.com/876/99/reparative-87699798.htm su 10 April 2022.

Kaufman, Benjamin. 2001-2002. “Perché NARTH? La ricerca distruttiva e cieca della correttezza politica da parte dell'American Psychiatric Association. Revisione di diritto della Regent University 14: 423-42.

Kaufman, Benjamin. 1993. "Perché NARTH?" Conferenza NARTH, 14 dicembre. Encino, CA: NARTH.

Kent, Norma. 2010. "Il leader nazionale anti-gay è un criminale condannato, truffatore". Notizie gay della Florida del sud. Febbraio 10. https://southfloridagaynews.com/National/ex-gay-is-ex-con.html su 10 April 2022.

Knauer, Nancy J. 2020. "La politica dell'eradicazione e il futuro dei diritti LGBT". Il Georgetown Journal of Gender and the Law 21: 615-70.

Konnoth, Craig J. 2017. "Reclaiming Biopolitics: Religion and Psychiatry in the Sexual Orientation Change Therapy Cases and Establishment Clause Defense". pagg. 276-87 pollici Legge, religione e salute negli Stati Uniti, a cura di Holly Fernandez Lynch, I. Glenn Cohen ed Elizabeth Sepper. Cambridge: Cambridge University Press.

Kuyper, Robert L. 1999. Crisi al ministero: una risposta wesleyana al movimento per i diritti dei gay. Anderson, IN: Bristol House.

Margolino, Emma. 2014. "Il pannello delle Nazioni Unite interroga la terapia di conversione gay negli Stati Uniti". Accessibile da https://www.msnbc.com/msnbc/gay-conversion-therapy-un-committee-msna458431 su 10 April 2022.

Martin, A. Damien. 1984. "I vestiti nuovi dell'imperatore: tentativi moderni di cambiare l'orientamento sessuale". pp. 24-57 pollici Psicoterapia con gli omosessuali, a cura di Emery S. Hetrick e Terry S. Stein. Washington, DC: American Psychiatric Press, Inc.

Mikulak, Maddalena. 2020. "Raccontare a un povero che può essere ricco: terapia riparativa nella Polonia contemporanea". Sessualitàs 23:44-63.

Moberly, Elizabeth R. 1983. Omosessualità: una nuova etica cristiana. Cambridge: Clarke & Co.

Muschio, Kevin. 2021. "La scienza queer russa, o come viene realizzata la borsa di studio anti-LGBT". La rassegna russa 80: 17-36.

Progetto di avanzamento del movimento. 2022. "Leggi sulla terapia di conversione". Accesso il https://www.lgbtmap.org/equality-maps/conversion_therapy 10 aprile 2022.

NART. 2012. Breve di Amicus Curiae presso la Corte Suprema degli Stati Uniti. Accessibile da http://www.2012-may-31-gill-v-opm-first-circuit-ruling.pdf su 10 April 2022.

NART. 2010. Brief di Amicus Curiae presso la Corte Suprema dello Stato della California. Accessibile da https://www.spokesman.com/stories/2021/may/27/shawn-vestal-matt-shea-out-at-tcapp-over-schism-wi/ su 10 April 2022.

NART. 2007. Breve di Amicus Curiae, Corte Suprema delle Hawaii. www.qrd.org/qrd/usa/legal/-hawaii/baehr/1997/brief.natl.assn.research.and.therapy.of.homosexuality-03.24.97 su 10 April 2022.

Bollettino NARTH. 1995. Volume 3, Numero 1, aprile. Encino, CA: Associazione nazionale per la ricerca e la terapia dell'omosessualità.

Bollettino NARTH. 1994. Volume 2, Numero 1, (marzo. Encino, CA: Associazione nazionale per la ricerca e la terapia dell'omosessualità.

Bollettino NARTH. 1993a. Volume 1, Numero 2, marzo. Encino, CA: Associazione nazionale per la ricerca e la terapia dell'omosessualità.

Bollettino NARTH. 1993b. Volume 1, Numero 3, luglio. Encino, CA: Associazione nazionale per la ricerca e la terapia dell'omosessualità.

Newsletter NART. 1992. Volume 1, Numero 1, dicembre. Encino, CA: Associazione nazionale per la ricerca e la terapia dell'omosessualità.

NASW. 2015. Sforzi di cambiamento dell'orientamento sessuale e terapia di conversione con lesbiche, gay, bisessuali e transgender. Washington, DC: Associazione nazionale del lavoro sociale.

NASW. 1992. "Dichiarazione di posizione sulle terapie riparative o di conversione per lesbiche e gay". Washington, DC: Associazione nazionale del lavoro sociale.

Nicolò, Giuseppe. 2012. "Un appello per un ministero psicologicamente informato per i cattolici omosessuali", Pp, 523-35 in Amare nella differenza: le forme della sessualità nel pensiero cattolico: studio interdisciplinare, a cura di Livio Melina e Sergio Belardinelli: Città del Vaticano: Casa Editrice Vaticana.

Nicolò, Giuseppe. 2001. "Un modello di sviluppo per un trattamento efficace dell'omosessualità maschile: implicazioni per la consulenza pastorale". Giornale americano di consulenza pastorale 3: 87-99.

Nicolò, Giuseppe. 1991. Terapia riparativa dell'omosessualità maschile: un nuovo approccio clinico. New York, NY: Jason Aronson.

Nicolosi, Joseph, A. Dean Byrd e Richard Potts. 2000. "Credenze e pratiche dei terapeuti che praticano la psicoterapia del riorientamento sessuale". Psychological Reports 86: 689-702.

Nicolosi, Giuseppe e Linda Ames Nicolosi. 2002. Una guida per genitori per prevenire l'omosessualità. Downers Grove, IL: InterVarsity Press.

Nussbaum, Marta. 2010. Dal disgusto all'umanità: orientamento sessuale e diritto costituzionale. New York: Oxford University Press.

Panozzo, Dwight. 2013. "Sostenere la fine della terapia riparativa: fondamento metodologico e progetto per il cambiamento". Journal of Gay & Lesbian Social Services 25: 362-77.

Petrey, Taylor G. 2020. Tabernacoli di argilla: sessualità e genere nel mormonismo moderno. Chapel Hill, Carolina del Nord: University of North Carolina Press.

Phelan, James E., Whitehead, Neil e Sutton, Philip M. 2009. "Cosa mostra la ricerca: la risposta di NARTH alle affermazioni dell'APA sull'omosessualità". Giornale della sessualità umana 1: 1-82.

Queiroz, Jandira, Fernando D'Elio e David Maas. 2013. Il Movimento Ex-Gay in America Latina: Terapia e Ministero nella Rete dell'Esodo. Somerville, MA: Associati di ricerca politica.

Rekers, George A. 2006. "Una base razionale supportata empiricamente per vietare l'adozione, l'affidamento genitoriale e l'affidamento dei bambini contestato da parte di qualsiasi persona che risieda in una famiglia che include un membro che si comporta in modo omosessuale". Revisione della legge di San Tommaso 18: 325-424.

Robinson, Christine M. e Sue E. Spivey. 2019. "Ungodly Genders: Deconstructing Ex-Gay Movement Discorsi di" Transgenderism "negli Stati Uniti." Scienze sociali 8: 191-219.

Robinson, Christine M. e Sue E. Spivey. 2015. "Mettere le lesbiche al loro posto: decostruire discorsi ex-gay sull'omosessualità femminile in un contesto globale." Scienze sociali 4: 879-908.

Robinson, Christine M. e Sue E. Spivey. 2007. "The Politics of Masculinity and the Ex-Gay Movement". Genere e società 21: 650-75.

Rosik, Cristoforo. 2014. "Risposta NARTH alla dichiarazione WMA sulle variazioni naturali della sessualità umana". Il trimestrale di Linacre 81: 111-14.

Shidlo, Ariel, Michael Schroeder e Jack Drescher, redattori. 2001. Terapia di conversione sessuale: prospettive etiche, cliniche e di ricerca. New York: Haworth Press.

Silverstein, Carlo. 2003. “La conversione religiosa degli omosessuali: la selezione del soggetto è il Voir terribile di ricerca psicologica”. Giornale di psicoterapia gay e lesbica 7: 31-53.

Socarides, Charles W. 1995. "Come l'America è diventata gay". America 173: 20-22. Accessibile da https://www.dioceseoflansing.org/sites/default/files/2017-03/courage_1015.pdf su 10 April 2022.

Socaride, Carlo. 1993. Tribunale distrettuale, città e contea di Denver, Colorado. Caso n. 92 CV 7223. Affidavit di Charles W. Socarides, MD, Evans contro Romer.

Socarides, Charles W. e Benjamin Kaufman. 1994. "Terapia riparativa". American Journal of Psychiatry 151: 157-58.

Spitzer, Robert L. 2003. “Alcuni uomini gay e lesbiche possono cambiare il loro orientamento sessuale? 200 partecipanti che segnalano un passaggio dall'orientamento omosessuale a quello eterosessuale. " Archives of Sexual Behavior 32: 403-17.

Spivey, Sue E. e Christine M. Robinson. 2010. "Intenzioni genocide: il movimento ex-gay e morte sociale". Studi e prevenzione sul genocidio 5: 68-88.

Stewart, Craig O. 2005. "Un approccio retorico al discorso delle notizie: rappresentazioni dei media di uno studio controverso sulla 'terapia riparativa'". Western Journal of Communication 69: 147-66.

Stolkis, Kristine (regista/produttrice). 2021. Prega via. Accessibile da https://www.prayawayfilm.com/team su 10 April 2022.

Streed, Carl G. Jr., J. Seth Anderson, Chris Babits e Michael A. Ferguson. "Cambiare la pratica medica, non i pazienti: mettere fine alla terapia di conversione". New England Journal of Medicine 381: 500-02.

Terkel, Amanda. 2021. "I repubblicani spingono silenziosamente i progetti di legge sulla "terapia di conversione" nella lotta anti-LGBTQ". https://www.huffpost.com/entry/republicans-state-legislatures-conversion-therapy-lgbtq_n_60771da7e4b0e554e81a6a6b

Spina, Michele. 2015. "Movimento ex gay". L'Enciclopedia canadese. 28 di ottobre. Accessibile da www.thecanadianencyclopedia.ca/ su 10 April 2022.

Throckmorton, Warren. 2011. "NARTH non è composto principalmente da professionisti della salute mentale". Accessibile da http://www.patheos.com/blogs/warrenthrockmorton/2011/10/24/narthis-not-primarily-composed-of-mental-health-professionals/ su 10 April 2022.

Tozer, Erin. E. e Hayes, Jeffrey A. 2004. "Il ruolo della religiosità, dell'omonegatività interiorizzata e dello sviluppo dell'identità: perché gli individui cercano la terapia di conversione?" Lo psicologo del consiglio 32: 716-40.

La verità vince. 2016. Comunicato stampa. Accessibile da  https://truthwinsout.org/pressrelease/2016/03/40834/ su 10 April 2022.

Tushnet, Eva. 2021. "La terapia di conversione sta ancora accadendo negli spazi cattolici e i suoi effetti sulle persone LGBT possono essere devastanti". America: la recensione dei gesuiti. Accessibile da https://www.americamagazine.org/faith/2021/05/13/conversion-therapy-lgbt-catholic-240635 su 10 April 2022.

Nazioni Unite. 2015. Discriminazione e violenza contro gli individui in base al loro orientamento sessuale e identità di genere (Rapporto dell'Ufficio dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani). Ginevra: Nazioni Unite.

Waidzuna, Tom. 2015. La linea retta: come la scienza marginale della terapia ex-gay ha riorientato la sessualità. Minneapolis: University of Minnesota Press.

Williams, Alan Michael. 2011. "Mormon e Queer al bivio". Dialogo: un diario del pensiero mormone 44 (1) 53-84.

Associazione medica mondiale. 2013. "Dichiarazione WMA sulle variazioni naturali della sessualità umana". Accessibile da https://www.wma.net/policies-post/wma-statement-on-natural-variations-of-human-sexuality/ su 10 April 2022.

Data di pubblicazione:
12 aprile 2022

Facebook