Michelle Mueller

Rivendicare la stregoneria

CRONOLOGIA DI RECUPERO DELLA stregoneria

1951 (7 giugno): Starhawk nasce Miriam Simos.

1976: Starhawk è stato iniziato alla tradizione Feri da Victor e Cora Anderson. Poco dopo, iniziò a formare nuove congreghe: Compost, Raving e Honeysuckle.

1979 (31 ottobre): la prima danza a spirale annuale, un rituale di Samhain, si tenne a Fort Mason, in concomitanza con una festa per la pubblicazione di un libro per Starhawk's La danza a spirale.

1980: Starhawk e Diane Baker guidano la prima classe Reclaiming, "The Elements of Magic". Reclaiming Witches ha chiamato la loro organizzazione Reclaiming Collective. Il primo Newsletter di recupero è stato stampato.

1981/1982: Reclaiming Witches ha partecipato a un blocco intorno alla centrale nucleare di Diablo Canyon.

1982: pubblicazione di Starhawk Sognando il buio, una versione della sua tesi di master presentata all'Università di Antiochia.

1985: The Reclaiming Collective tenne un intensivo estivo di una settimana che in seguito sbocciò in estesi Witchcamps.

1994: Reclaiming Collective incorporato come 501 (c) (3) in California.

1997: The Reclaiming Collective si riorganizza come una Ruota piuttosto che un singolo collettivo di lavoro.

1997: L'organizzazione ha scritto i suoi primi "Principi di rivendicazione dell'unità". Newsletter di recupero è stato rinominato Recupero trimestrale.

2005: Dopo diversi anni all'Herbst Pavillion di Fort Mason, la Spiral Dance si è tenuta al Kezar Pavilion, che è stata la location per i successivi dieci anni.

2011:  Recupero trimestrale passata alla sola pubblicazione digitale.

2012: All'annuale Dandelion Gathering, Reclaiming ha rivisto i suoi Principi di unità, sottolineando una teologia politeista non binaria di genere. L'evento ha portato a una disaffiliazione pubblica da parte della sacerdotessa M. Macha NightMare.

2016: The Spiral Dance si è tenuto presso lo Yerba Buena Center for the Arts di San Francisco.

2019: Il quarantesimo anniversario della danza a spirale si è tenuto presso il Craneway Pavillion a Richmond, in California.

2020: La danza a spirale è stata condotta online a causa del COVID-19.

STORIA DEL FONDATORE / GRUPPO

The Reclaiming Witchcraft Tradition è stata fondata da Starhawk (nata Miriam Simos 1951) e Diane Baker, con l'assistenza di altri tra cui Kevyn Lutton e Lauren Gale (Reclaiming Collective 1980; Craig [1998?]; Salomonsen 2002:44). [Immagine a destra] Starhawk aveva ricevuto un addestramento precedente da Victor e Cora Anderson nella loro tradizione sciamanica di stregoneria pagana, "la Tradizione Feri" (a volte scritta "Tradizione Fatata"). Dal 1976 al 1979, Starhawk ha fondato tre congreghe: Compost, Raving e Honeysuckle. Il primo, Compost, era di genere misto, e i due successivi, Raving e Honeysuckle, erano solo per donne (Salomonsen 2002:37-39). Baker aveva praticato la stregoneria pagana contemporanea (alias "Craft") in California, e si stava preparando a trasferirsi a New York, dove non conosceva nessuna strega (Salomonsen 2002:37). La visione iniziale di Baker e Starhawk era quella di sviluppare una "scuola" di stregoneria, e il suo curriculum sarebbe stato il prossimo libro di Starhawk, La danza a spirale (Salomonsen 2002:37). Iniziando ad attuare questa visione, nel 1980, Starhawk e Baker svilupparono la prima lezione di Reclaiming, "The Elements of Magic", e la insegnarono come una serie di sei settimane a un gruppo di donne nel nord della California (NightMare 2000; Salomonsen 2002: 39 ). Ricevendo richieste di più, hanno gestito una seconda serie "Elements" e sviluppato altre classi, "The Iron Pentacle" e "The Rites of Passage". Questi corsi sono diventati la base per la tradizione di Reclaiming Witchcraft e hanno continuato ad essere osservati e insegnati dai leader di tutto il mondo.

Starhawk's La danza a spirale è stato rilasciato alla fine di ottobre 1979, e un rituale Samhain è stato pianificato in conjunczione con l'uscita del libro. [Immagine a destra] Questo rituale di Samhain, intitolato "The Spiral Dance", è diventato un evento annuale ospitato da Bay Area Reclaiming Witches ed è stato osservato ogni anno da allora (a distanza durante il COVID-19). L'evento è passato da uno che si svolge in un affitto di sale di Fort Mason (ex avamposto militare ora utilizzato come sede per celebrazioni artistiche e culturali) con una capacità di 400 (NightMare, comunicazione personale) a uno la cui partecipazione supera i mille (Craig [ 1998?]; Recupero della Bay Area [2009?]). La pubblicazione di Starhawk è spesso discussa in associazione con quella di Margot Adler Disegnare la luna e Zsuzsanna “Z” Budapest's Libro sacro dei misteri femminili. Questi tre libri sul paganesimo, scritti rispettivamente da tre sacerdotesse del Nord America, furono tutti pubblicati nello stesso anno.

Nelle prime fasi di Reclaiming, Starhawk insegnava che la stregoneria era una forma di religione della Dea di cui beneficiavano soprattutto le donne (Starhawk 1999; Feraro 2017). Nel corso dei decenni, Reclaiming Witchcraft è diventato una tradizione di stregoneria inclusiva. Le classi iniziali di Starhawk e Diane erano per donne, ma gli uomini si unirono al Reclaiming Collective poco dopo nei primi anni '1980 (Salomonsen 2002:41). Nel 1990, il Reclaiming Collective contava diciannove membri (Salomonsen 2002:41). Dal 1980 al 1997, il Reclaiming Collective contava fino a cinquantadue membri (Salomonsen 2002:42). Alla fine degli anni '1990, c'erano "forse migliaia di Reclaiming Witches negli Stati Uniti e anche molti all'estero" (Salomonsen 2002:43).

Dottrine / CREDENZE

Fin dal suo inizio, la tradizione del recupero della stregoneria si è incentrata sull'integrazione tra magia e politica di sinistra. Nella fusione della pratica rituale con l'azione sociale, la Reclaiming Tradition assomiglia al Quakerismo, e l'influenza del Quakerismo è spesso riconosciuta (NightMare 2000; Salomonsen 2002:108; Adler 2006:123). L'azione sociale, la magia e la guarigione personale sono i pilastri della pratica di Reclaiming (Starhawk, NightMare e The Reclaiming Collective 1999:14).

La tradizione del recupero della stregoneria è anti-autoritaria e non gerarchica. Per quanto riguarda la definizione di magia, Starhawk ha spesso citato quella di Dion Fortune - "l'arte di cambiare la coscienza a volontà" (Cf Starhawk nd; Starhawk, NightMare e The Reclaiming Collective 1999:14). Rivendicare la stregoneria è eclettico. Rivendicare le credenze e i termini della divinità delle streghe è fluido. La tradizione storicamente celebrata Dea come forza vitale divina immanente che permea tutti gli esseri, l'ecosistema e l'universo conosciuto. Il Reclaiming Collective ora incorpora un maggiore pluralismo e un linguaggio non binario, lavorando per destabilizzare e sconvolgere il linguaggio di genere e le norme di genere per la pratica rituale in modi nuovi. L'unica convinzione richiesta è l'accordo con i Principi dell'Unità (NightMare 2000; Reclaiming Collective nd):

I valori della tradizione Reclaiming derivano dalla nostra comprensione che la terra è viva e tutta la vita è sacra e interconnessa. Vediamo la Dea come immanente nei cicli di nascita, crescita, morte, decadimento e rigenerazione della terra. La nostra pratica nasce da un profondo impegno spirituale per la terra, per la guarigione e per il collegamento della magia con l'azione politica.
Ognuno di noi incarna il divino. La nostra suprema autorità spirituale è dentro di noi e non abbiamo bisogno di nessun'altra persona che interpreti il ​​sacro per noi. Promuoviamo l'atteggiamento interrogativo e onoriamo la libertà intellettuale, spirituale e creativa.
Siamo una tradizione in continua evoluzione e dinamica e ci chiamiamo con orgoglio Streghe. Le nostre diverse pratiche ed esperienze del divino tessono un arazzo di molti fili diversi. Includiamo coloro che onorano i Misteriosi, le Dee e gli Dei di una miriade di espressioni, generi e stati dell'essere, ricordando che il mistero va oltre la forma. I nostri rituali comunitari sono partecipativi ed estatici, celebrano i cicli delle stagioni e le nostre vite e aumentano l'energia per la guarigione personale, collettiva e della terra.
Sappiamo che tutti possono compiere l'opera magica che cambia la vita e rinnova il mondo, l'arte di cambiare la coscienza a piacimento. Ci sforziamo di insegnare e praticare in modi che promuovano l'empowerment personale e collettivo, per modellare il potere condiviso e per aprire ruoli di leadership a tutti. Prendiamo decisioni per consenso e bilanciamo l'autonomia individuale con la responsabilità sociale.
La nostra tradizione onora la natura e richiede il servizio alla terra e alla comunità. Lavoriamo in diversi modi, compresa l'azione diretta nonviolenta, per tutte le forme di giustizia: ambientale, sociale, politica, razziale, di genere ed economica. Siamo una tradizione antirazzista che si sforza di elevare e centrare le voci BIPOC (neri, indigeni, persone di colore). Il nostro femminismo include un'analisi radicale del potere, vedendo tutti i sistemi di oppressione come interconnessi, radicati in strutture di dominio e controllo.
Diamo il benvenuto a tutti i sessi, tutte le storie di genere, tutte le razze, tutte le età e orientamenti sessuali e tutte quelle differenze di situazione di vita, background e abilità che aumentano la nostra diversità. Ci sforziamo di rendere i nostri rituali ed eventi pubblici accessibili e sicuri. Cerchiamo di bilanciare la necessità di essere giustamente compensati per il nostro lavoro con il nostro impegno a rendere il nostro lavoro disponibile a persone di tutti i livelli economici.
Tutti gli esseri viventi sono degni di rispetto. Tutti sono sostenuti dagli elementi sacri dell'aria, del fuoco, dell'acqua e della terra. Lavoriamo per creare e sostenere comunità e culture che incarnano i nostri valori, che possono aiutare a guarire le ferite della terra e dei suoi popoli, e che possono sostenerci e nutrire le generazioni future.

RITUALI / PRATICHE

Reclaiming Witches celebra molti degli stessi eventi lunari e solari associati alla tradizione Wicca, in particolare le lune piene (Esbat) e gli otto Sabbat (due solstizi, due equinozi e quattro quarti di giorno incrociati). Le Reclaiming Witches eseguono anche iniziazioni all'interno delle congreghe, così come la maggior parte dei gruppi Wicca. Gli Elements of Magic e le altre classi iniziate da Starhawk e Diane Baker hanno continuato a essere il fondamento della tradizione del Reclaiming pubblico, con molti più insegnanti in tutto il mondo che applicano il curriculum con le proprie innovazioni. Un'altra caratteristica esclusiva di Reclaiming-style Witchcraft sono i Witchcamps, alcuni dei quali sono anche orientati alla famiglia (ad esempio Redwood Magic e Witchlets in the Woods della California settentrionale). I Witchcamps sono nati da un'intensa estate di successo del 1985. I Witchcamps sono rappresentati all'interno dell'autorità principale di Reclaiming, "la Ruota", attraverso un portavoce.

Reclaiming Witches utilizza il cerchio magico per i rituali, una struttura rituale paradigmatica che si trova nella stregoneria tradizionale britannica e in altre forme di Wicca (così come in altre tradizioni esoteriche occidentali). Per Reclaiming Witches, il cerchio rappresenta un'applicazione magica dei principi dell'organizzazione di base, una rotazione unica del cerchio magico utilizzato in altri gruppi esoterici. Salomonsen scrive: “Le persone si siedono, si alzano, si sdraiano o si tengono per mano, sempre in cerchio. Non ci sono sedie, tavoli o pulpito, solo un piano aperto con altari allestiti intorno alle pareti. Scegliendo questa struttura anche per l'insegnamento, le donne speravano di aumentare i cambiamenti che le persone avrebbero formato congreghe al termine delle lezioni” (Salomonsen 2002:40). L'applicazione Reclaiming del cerchio magico illustra la fusione di magia, spiritualità e politica che definisce la tradizione.

I leader rivendicatori sono orgogliosi dell'azione sociale e delle manifestazioni, compresi gli atti di disobbedienza civile. Un evento particolarmente memorabile per i fondatori di Reclaiming è stata la loro partecipazione a un blocco del 1982 intorno alla centrale nucleare di Diablo Canyon, che loro e altri credevano fosse un devastante rischio ecologico, data la sua vicinanza alle principali linee di faglia in California (Starhawk 1997:xxix; NightMare 2000 ; Adler 2006:124). Starhawk riporta: "Il blocco è diventato un'esperienza cruciale nella mia comprensione non solo della teoria ma anche della pratica effettiva del lavoro politico/spirituale basato sul principio del potere dall'interno" (Starhawk 1997:xxx).

I libri di Starhawk fungono spesso da spina dorsale della tradizione del recupero della stregoneria. La danza a spirale, come notato in precedenza, era il curriculum originale che ha ispirato Reclaiming. Sognando il buio era un adattamento della tesi di master di Starhawk per l'Università di Antiochia. Il libro presenta la visione politica del mondo che informa Reclaiming magic, ritual e teology. La quinta cosa sacra è un romanzo utopico che mette in mostra la fede di Starhawk nel potere del rituale per guidare il cambiamento sociale e ambientale. Un libro pagano del vivere e del morire è stato sviluppato per riempire un vuoto di riti funerari e di lutto e guida di sepoltura verde per i pagani. Dodici cigni selvatici, agendo come una cartella di lavoro in Reclaiming magic, dimostra come Reclaiming Witches usi la mitologia e il folklore di diverse culture del mondo.

Starhawk ha descritto lo stile rituale di Reclaiming come estatico, improvvisato, basato sull'ensemble, ispirato e organico ("EIEIO"). e anche sperimentale, eclettico e in continua evoluzione (Starhawk nd). I resti della Tradizione Feri includono i rituali e le classi, il Pentacolo di Ferro e il Pentacolo di Perla; il concetto dei Tre Sé (il Sé Giovane (mente inconscia), il Sé Parlante (espressione cosciente) e il Sé Profondo (il divino interiore)); e Aspecting (il nome per trasposizione in alcuni gruppi di Stregoneria/Pagani). Non esiste un pantheon di divinità associato alla tradizione del recupero della stregoneria. Reclaiming Witches lavora con dee e dei di molte culture del mondo.

Bay Area Reclaiming ha ospitato la sua danza a spirale annuale per più di quaranta anni consecutivi. Durante la pandemia di COVID-19, la Spiral Dance è stata spostata su una piattaforma online, che ha permesso al gruppo di pianificazione di incoraggiare la partecipazione internazionale. (Ci sono stati alcuni fallimenti nella tecnologia e nell'inclusione (Maxina Ventura, comunicazione personale).

ORGANIZZAZIONE / LEADERSHIP

La Tradizione del Rivendicatore include qualsiasi Strega che identifica il Rivendicatore e che accetta i Principi dell'Unità (NightMare 2000). Il Collettivo Rivendicatore è l'organizzazione più formale che si è sviluppata dalla pratica del Bay Area Reclaiming. The Reclaiming Collective è incorporato come 501 (c) 3 in California e mantiene lo statuto aggiornato. Reclaiming Witches prende decisioni il più possibile per consenso (Cf Reclaiming Collective 1997; Salomonsen 2002:108, 301). Rispondendo alla crescita della tradizione, l'organizzazione si è ristrutturata nel 1997 in una struttura “Work-Cells-and-Wheel”. [Immagine a destra] Il consiglio di amministrazione di Reclaiming Collective è chiamato "la Ruota". Il Leadership Team, "la Triade", è composto da tre membri della Ruota selezionati dalla Ruota durante la riunione più recente. La Ruota si riunisce trimestralmente e i membri che hanno affari urgenti tra una riunione e l'altra vengono indirizzati alla Triade (Reclaiming Collective 2018: Sezione 15).

I capitoli locali di recupero ("comunità") sono stabiliti nella maggior parte delle principali regioni metropolitane negli Stati Uniti e in Canada (ad esempio, Bay Area Reclaiming, Philly Reclaiming, Portland Reclaiming, Tejas Web, Chicago Reclaiming, British Columbia Witchcamps/Vancouver Reclaiming, Toronto Reclaiming e Montreal Reclaiming) e anche in Australia, Brasile, Venezuela, Costa Rica, Spagna, Germania, Paesi Bassi e Inghilterra. Reclaiming Witches usa il termine "cellule" dall'organizzazione di base per gruppi di lavoro magici, ecumenici e politici. Gli esempi includono i consiglieri portavoce della Ruota (ad esempio, la cellula degli insegnanti di SF, la cellula di Samhain (alias Spiral Dance) e la cellula dei Progetti Speciali).

Reclaiming ha pubblicato una newsletter per molti anni. Inizialmente Newsletter di recupero, il periodico è stato ribattezzato Recupero trimestrale nel 1997. A metà degli anni 2000, Recupero trimestrale la pubblicazione si è ridotta, non è più all'altezza del suo nome di "Trimestrale". La produzione di numeri è diventata discontinua e poi inesistente dopo il 2014. Nel tentativo di far rivivere le pubblicazioni di Reclaiming, un numero di Calderone di recupero è stato pubblicato su 2020.

Problematiche / sfide

Rispetto ad alcune altre tradizioni pagane, la Tradizione Rivendicatrice è stata caratterizzata da una rapida evoluzione quando si tratta di questioni di identità di genere. Particolarmente popolare tra i pagani del millennio e i pagani della generazione Z (rispetto alla stregoneria tradizionale britannica), la tradizione della stregoneria del recupero ha manovrato piuttosto bene i cambiamenti culturali riguardanti il ​​genere. (Altri gruppi, al contrario, hanno lottato per l'inclusione transgender e sono stati oggetto di controversie tra i pagani (Mueller 2017).)

Reclaiming Witchcraft è stato fondato sui principi del femminismo radicale. Il primo libro di Starhawk La danza a spirale, un bestseller che ha ricevuto più edizioni dell'anniversario, ha enfatizzato la stregoneria come una religione femminile del culto della Dea. Secondo la primissima newsletter dell'organizzazione, "Noi [Reclaiming Witches] usiamo la parola 'strega' come affermazione del potere delle donne di plasmare la realtà" (Reclaiming Collective 1980:2). La stessa newsletter pubblicizzava serie di lezioni separate di sei settimane per donne (The Rite-of-Passage) e per uomini (Magic for Men), mostrando che agli uomini è stato offerto spazio in Reclaiming fin dall'inizio (Reclaiming Collective 1980:3). Eppure, la Tradizione Rivendicatrice oggi enfatizza l'inclusione di tutti i sessi tra i suoi praticanti e le sue divinità.

L'organizzazione ha attraversato periodi in cui preferiva termini femminili, di genere e altri in cui utilizzava termini più pluralistici e/o più non binari. Ad esempio, Starhawk e altri hanno preferito "tealogia" a "teologia" (Cf Starhawk 1999: 13-18) e hanno usato "sacerdotessa" come termine neutro rispetto al genere (Starhawk e Valentine 2000: xxiv). Stregoneria come Dea la religione è stato un tema presente in tutta la scrittura di Starhawk. Tuttavia, la terminologia di genere all'interno della teologia di Reclaiming è stata affrontata direttamente e riformata nel 2012. Al Dandelion Gathering di quell'anno, il Collettivo Reclaiming ha acconsentito a una nuova formulazione per i suoi "Principi dell'Unità", offrendo un credo più non binario. Il gruppo ha sostituito la sua dichiarazione di fede in "Dea e Dio" supportata dalla pratica di usare "immagini femminili e maschili della divinità" con una "affermando [che] una pluralità di dee e dei 'di una miriade di espressioni [...e] generi' senza un binario definitivo che li separi” (Mueller 2017:260). Gli eventi del Dandelion Gathering hanno portato a una disaffiliazione molto pubblica dalla sacerdotessa Reclaiming di lunga data M. Macha NightMare (alias Aline O'Brien) (NightMare 2012). Macha ha citato la mancanza di civiltà e candore come ragioni per ritirarsi da Reclaiming.

Inoltre, sono sorte alcune tensioni intorno all'integrazione dei valori basati sull'organizzazione di base di Reclaiming con i tradizionali sistemi Wiccan, che sono implicitamente gerarchici a causa del suo sistema di gradi iniziatici (Salomonsen 2002:42). Nella Wicca tradizionale, gli iniziandi (coloro che si sottopongono a un rito di iniziazione) ignorano il funzionamento interno del rituale che stanno per subire. La segretezza (o mistero, secondo i praticanti) contribuisce alla natura esoterica della tradizione, ma la segretezza istituisce anche un differenziale di potere esagerato tra membri iniziatori e iniziandi, che è percepito da alcuni come controintuitivo ai valori sociali radicali di Reclaiming (Salomonsen 2002:42).

Sebbene molti rituali e pratiche esoteriche (Esbat, Sabbat e un sistema di gradi iniziatici) siano condivisi in comune con la Wicca tradizionale, il Reclaiming Collective usa formalmente l'etichetta "Witchcraft". Sebbene Reclaiming Witchcraft fosse stato differenziato dalla Wicca molto prima del recente conflitto (NightMare 1998), la distinzione di Reclaiming as Witchcraft piuttosto che Wicca si collega a una recente controversia all'interno della comunità pagana. Intorno al 2013, la parola d'ordine, "privilegio Wiccanate", è stata recentemente utilizzata tra i pagani come critica interna dell'egemonia della Wicca all'interno del paganesimo contemporaneo. La consapevolezza del privilegio Wiccanate ha portato a più gruppi che articolano le proprie posizioni come Wiccan o come non Wiccanate. I gruppi derivati ​​dalla Wicca potrebbero essere etichettati come "Wiccanate", sebbene la natura controversa del privilegio Wiccanate abbia portato pochi o nessun gruppo ad abbracciare l'etichetta "Wiccanate" per se stessi. Le origini di vari gruppi Pagan/Witchcraft sono spesso contestate, così come la catena di influenza tra leader come Victor e Cora Anderson e Gerald Gardner (Cf Adler 2006:76).

Il luogo dell'Annual Spiral Dance è stato coinvolto in alcune controversie, che hanno colpito la comunità di Bay Area Reclaiming. Le lamentele sul Padiglione Kezar (posizione per il 2005-2015) includevano che mancava di un'estetica naturale e terrena (o, per alcuni, di qualsiasi estetica), non era accessibile alle persone in sedia a rotelle e non era accessibile tramite i mezzi pubblici. Alla ricerca di un luogo accessibile in sedia a rotelle e un noleggio più sostenibile dal punto di vista economico, gli organizzatori hanno considerato l'Armeria di San Francisco come un nuovo sito per la Spiral Dance. Nel 2013, è diventato noto ai membri della comunità che gli organizzatori di Spiral Dance stavano considerando l'Armeria di San Francisco come un nuovo sito per la Spiral Dance. Alcuni membri ritenevano che la considerazione dell'Armeria da parte di Reclaiming come possibile luogo fosse allineata con il supporto di Reclaiming per tutti gli orientamenti sessuali. Altri andavano dall'opporsi con veemenza all'idea del supporto implicito di Reclaiming per il BDSM al sostenere che l'Armeria non era adatta a famiglie con bambini.

IMMAGINI

Immagine n. 1: Starhawk (Miriam Simos).
Immagine n. 2: Volantino di danza a spirale del 1979. Per gentile concessione di Diane Fenster.
Immagine #3: L'organizzazione Work-Cells-and-Wheel.

RIFERIMENTI

Adler, Margot. 2006. Disegnare giù la luna: streghe, druidi, adoratori della dea e altri pagani in America. Rivisto e aggiornato con l'appendice III ampliata. New York: libri sui pinguini.

Recupero dell'area della baia. [2009?]. "La storia della danza". Riprendere la danza a spirale. Accesso da https://www.reclaimingspiraldance.org/history il 1 luglio 2021.

Craig, Georgie. [1998?]. "L'inizio della danza a spirale: 20 anni fa..." Recupero trimestrale. Accesso da http://www.reclaimingquarterly.org/web/spiraldance/spiral4.html il 1 luglio 2021.

Ferara, Shai. 2017. "La politica della dea: influenze femministe radicali/culturali della stregoneria femminista di Starhawk". Pag. 229–48 pollici Dirigenti donne in nuovi movimenti religiosi, a cura di Inga Bårdsen Tøllefsen e Christian Giudice. Cham, Svizzera: Palgrave Macmillan.

Mueller, Michelle. 2017. "Il calice e l'arcobaleno: conflitti tra spiritualità femminile e diritti transgender nella Wicca statunitense negli anni 2010". Pag. 249-78 pollici Dirigenti donne in nuovi movimenti religiosi, a cura di Inga Bårdsen Tøllefsen e Christian Giudice.– Palgrave Studies in New Religions and Alternative Spiritualities. Cham, Svizzera: Palgrave Macmillan.

NightMare, M. Macha. 2012. "Un cofondatore si ritira dal recupero della tradizione". Cronache del manico di scopa, 6 agosto. Accesso da https://besom.blogspot.com/2012/08/a-co-founder-withdraws-from-reclaiming.html il 1 luglio 2021.

NightMare, M. Macha. 2000. "Rivendicare la tradizione della stregoneria". Bonifica. Accesso da https://reclaimingcollective.wordpress.com/reclaiming-tradition-witchcraft/ il 1 luglio 2021.

NightMare, M. Macha. 1998. "La parola 'W': perché ci chiamiamo streghe". Recupero trimestrale 71:16–17, 49–50.

Recupero Collettivo. 2018. "Statuto". Revisionato 2018.

Recupero Collettivo. 2014. "Archivi e numeri arretrati". Recupero trimestrale. Accesso da http://reclaimingquarterly.org/backissues.html il 1 luglio 2021.

Recupero Collettivo. 1997. “Informazioni – Ristrutturazione 1997”. Bonifica. Accesso da https://reclaimingcollective.wordpress.com/about-1997-restructuring/ il 1 luglio 2021.

Recupero Collettivo. 1980. Newsletter di recupero 1, inverno.

Recupero Collettivo. nd “Principi di Unità”. Accesso da https://reclaimingcollective.wordpress.com/principles-of-unity/ il 1 luglio 2021.

Salomonsen, Jone. 2002. Femminismo Incantato: Rituale, Genere e Divinità tra le streghe reclamanti di San Francisco. New York: Routledge.

Starhawk. 1999. La danza a spirale: una rinascita dell'antica religione della Grande Dea. Edizione del ventesimo anniversario. San Francisco: Harper Collins.

Starhawk. 1997. Dreaming the Dark: magia, sesso e politica. Edizione del quindicesimo anniversario. Boston: Beacon Press.

Starhawk. e "Una definizione operativa di recupero". Bonifica. Accesso da https://reclaimingcollective.wordpress.com/about-working-definition/ il 1 luglio 2021.

Starhawk, M. Macha NightMare e The Reclaiming Collective. 1999. Libro pagano del vivere e del morire: rituali pratici, preghiere, benedizioni e meditazioni sull'attraversamento. San Francisco: Harper San Francisco.

Starhawk e Hilary Valentine. 2000. I dodici cigni selvatici: un viaggio nel regno della magia, della guarigione e dell'azione. San Francisco: Harper San Francisco.

Data di pubblicazione:
3 luglio 2021

Share